giovedì 20 Giugno 2024

Bergamo Incontra

Bergamo. Due giorni di mostre, incontri, spettacoli, concerti storia e cultura, insieme a persone appassionate alla vita e alla realtà a Bergamo Incontra, il Festival ideato dall’omonima Associazione con il desiderio e lo scopo di incontrare e valorizzare la realtà in ogni suo aspetto. Un appuntamento annuale tra i principali del panorama culturale del territorio lombardo.

Da venerdì 14 a domenica 16 giugno gli Spalti di Sant’Agostino in Città Alta a Bergamo saranno animati da un ricco programma di incontri, mostre e performance intorno al tema di questa 15a edizione: “Nessuno si accontenta semplicemente di vivere. Vogliamo vivere per qualcosa”. Si indagherà proprio su quel Qualcosa o Qualcuno che possa dare senso e gusto alla nostra vita, che è già presente nel nostro desiderio e ci rende capaci di incontrare persone ed esperienze interessanti, perché ci aiutino a guardare tutto con un giudizio nuovo, profondo, costruttivo e pieno di speranza.

“Per ciò stesso che uno vive cinque minuti, afferma l’esistenza di un quid per cui valga la pena in fondo in fondo vivere questi cinque minuti”, affermava don Luigi Giussani in uno dei suoi più importanti scritti (“Il Senso Religioso”) ed è così per ognuno di noi in qualunque cosa faccia. Magari è distratto, superficiale, non ci pensa, ma ‘in fondo in fondo’ ciascuno si muove per qualcosa, per una soddisfazione, per essere felice.

Ma per che cosa ci muoviamo? Che cosa ci soddisfa e ci rende felici? Per che cosa ci diamo da fare tutto il giorno? Sono le domande che in un modo o nell’altro affiorano dal nostro cuore: “Non ci accontentiamo semplicemente di vivere. Vogliamo vivere per qualcosa”

Si tratta dunque di capire se la risposta che ci diamo è all’altezza del nostro desiderio, se lo colma, anche solo in parte. In una bellissima poesia Montale dice: “tutte le immagini portano scritto: ‘più in là’!”. Ecco, ci si alza al mattino con il desiderio di essere continuamente stupiti da quello che succede, perché lo stupore è segno che si è davanti a Qualcosa di più grande, di ‘più in là’.

Bergamo Incontra 2023-Dov’è la vita piena a cui aspiro?- Polaresco

Abbiamo bisogno di incontrare Qualcosa o Qualcuno che dia senso e gusto a tutta la nostra vita, che cambi il nostro modo di “di guardare il cielo e la terra, di alzarsi al mattino o di andare a letto alla sera; di andare al lavoro, di affrontare la pesantezza di una incongruenza, di un dubbio che viene, di un interrogativo che grava sul cuore; di stare davanti alla morte e davanti a una vita che nasce” (don Giussani da “Generare tracce nella storia del mondo”).

Quel Qualcosa o Qualcuno è già presente nel nostro desiderio e anche nella nostra vita: ci muove nella volontà di capire le urgenze che avvertiamo e ci rende capaci di incontrare persone ed esperienze interessanti, perché ci aiutano a guardare tutto – società, politica, economia, cultura – con un giudizio nuovo, profondo, costruttivo e pieno di speranza. I relatori invitati, le mostre, gli spettacoli rappresentano un contributo prezioso affinché innanzitutto ognuno di noi – insieme alla città – continui a imparare, crescere, e a scoprire quel grande e affascinante Mistero per cui ‘in fondo in fondo’ val la pena vivere.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: