venerdì 23 Febbraio 2024

Cremona per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Cremona. Da diversi anni il Comune di Cremona è capofila di progettualità condivise nell’ambito della Rete Territoriale per la prevenzione e il contrasto delle violenze contro le donne e, in collaborazione con i diversi soggetti aderenti alla Rete, organizza, promuove e sostiene il programma che si rivolge alla città.

“Ogni giorno la cronaca riporta fatti di violenza efferati contro le donne, che coinvolgono molto spesso anche i figli. I dati del rapporto del Ministero dell’Interno, diffusi ad ottobre, oggi sono già vecchi. Sempre più donne uccise in ambito familiare, 47 ad oggi hanno trovato la morte per mano del partner o ex partner.

Negli anni è aumentato l’impegno e l’attenzione di tante realtà del territorio cittadino, non solo dell’associazionismo femminile o di centri anti violenza. E’ importante che ognuno nel proprio ambito, casa, scuola, lavoro, sport, e così via, metta in atto azioni di sensibilizzazione e di prevenzione.

Diciamo spesso che è importante formare le giovani generazioni, i bambini, e siamo tutti d’accordo, ma penso che in questo momento sia urgente che la società degli adulti si prenda le responsabilità di un cambiamento per essere da esempio nei comportamenti, nelle relazioni, nel linguaggio”, dichiara l’assessora alle Politiche Sociali e della Fragilità Rosita Viola.

Un ricco calendario di iniziative, altre si aggiungeranno in questi giorni, con l’obiettivo comune di promuovere e realizzare azioni preventive e culturali, ma anche di accoglienza e di cura. Convegni, incontri formativi, performance artistiche, mostre, materiale informativo e molto altro, un impegno comune costante e quotidiano, non solo in occasione del 25 novembre.

La pagina Facebook – Centro Locale di Parità Cremona promuoverà le iniziative e gli
eventuali aggiornamenti.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.
[td_block_social_counter facebook="popolisweb" custom_title="Seguici" style=""]

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: