venerdì 21 Giugno 2024

È nata MERAKI cooperativa sociale nel cremonese

Cremona. Meraki, termine greco il cui significato è “fare con passione, creatività ed amore“, racchiude già nel nome il valore fondante la vision della nuova cooperativa frutto della fusione tra Il Cerchio, Santa Federici e Ventaglio Blu. Ognuna, portatrice di longeva esperienza in campi di azione differenti seppur simili a quelle delle altre, ha contribuito alla creazione di questa nuova realtà che non è la semplice somma delle precedenti, ma la risultante di un’intenzionalità condivisa di rinnovamento e sviluppo fondata su principi comuni.

“Fare con passione, creatività ed amore” questo approccio vuole presentarsi al territorio con servizi e proposte innovative.

Il Cerchio è una cooperativa sociale di tipo misto (A+B), specializzata nella progettazione e gestione di servizi socio assistenziali, socio educativi, socio-sanitari per minori e famiglie. Ha sede legale a Cremona ed è molto radicata in tale territorio provinciale, presso il quale ha tre sedi nelle città di Cremona, Casalmaggiore e Crema. Nel corso del tempo la Cooperativa ha declinato i suoi servizi dividendoli in aree di azione specializzate EDU-WORK-MED e SPORT, che corrispondono ad altrettanti brand.

Santa Federici è nata nel 1981 a Casalmaggiore come culmine dell’attività cooperativa locale di origine volontaria; essa sviluppa la propria azione con la volontà di contribuire al miglioramento e al mantenimento del benessere sociale delle persone in situazione di fragilità, delle loro famiglie ed in generale della collettività, aumentando la ricchezza del territorio di riferimento attraverso opportunità di lavoro, culturali, educative.

Ventaglio Blu è una cooperativa che vuole essere attore principale di un cambiamento che porti al miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità e delle loro famiglie, incrementando la consapevolezza del ruolo attivo che le persone con disabilità possono e devono svolgere nel tessuto sociale attraverso azioni ed interventi che agiscano su fattori ambientali ed abitudinari, spesso fonte di pregiudizi e sorgente di disuguaglianze nei confronti delle persone con disabilità. Le attività della cooperativa si rivolgono a tutte le fasce di età, dai minori, ai giovani, agli anziani.

Uno scopo di questa fusione è progettare e gestire di attività di welfare a 360 gradi nell’intero territorio provinciale, in ambito sociale, assistenziale, di inserimento lavorativo di persone in situazione di svantaggio, e sanitario per formulare proposte specialistiche integrate e complete in grado di soddisfare bisogni multidimensionali e complessi che i cittadini esprimono.

Una seconda motivazione che ha giustificato la scelta della fusione va ricercata nella necessità di un maggiore dimensionamento aziendale, per poter fronteggiare le sfide che l’attuale congiuntura economica e il mercato stanno proponendo e proporranno.
Le tre cooperative insieme sono più forti, in grado di affrontare più stabilmente le possibili difficoltà ed ambire a nuovi progetti. MERAKI è diventata la prima cooperativa sociale della provincia, per ampiezza della filiera, per radicamento territoriale, per numero di addetti e per valori di produzione.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: