Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. “Dalle idee alla vita” lo slogan della Festa dei Popoli in programma nel fine settimana in città, tre giornate per vivere momenti insieme, con tante iniziative in programma e la festa con stand culturali, pic-nic etnico, canti e balli dai diversi paesi che si terrà domenica 13 maggio presso l’Oratorio S. Angela Merici in via Cimabue, 271.

La Festa dei Popoli è un’occasione preziosa per conoscere, condividere e apprezzare espressioni culturali e linguistiche diverse dalla nostra. Collaborano alla realizzazione della manifestazione diverse comunità straniere attive nel territorio bresciano con tante associazioni attive in città e sul territorio. L’obiettivo della Festa è quello di far “vivere la diversità culturale non come un qualcosa che divide e crea barriere nella comunicazione e nella relazione, ma come un’opportunità di arricchimento reciproco e una possibilità di convivenza pacifica”.

La Festa vuole inoltre essere un’occasione di incontro a diversi gruppi di immigrati presenti in città; sensibilizzare le istituzioni, le associazioni e i gruppi sul fenomeno globale dell’immigrazione; sviluppare e mantenere una rete stabile con il mondo delle associazioni e delle istituzioni civili ed ecclesiali che lavorano per i migranti.

La giornata si apre con la Celebrazione della S. Messa animata dalle comunità migranti cattoliche di Brescia. A seguire stand culturali, pic-nic etnico, canti e balli dai diversi paesi.

Il programma prevede venerdì 11 maggio una “marcia interreligiosa per la pace”, con partenza accanto alla chiesa di San Faustino alle ora 20,30 con arrivo al convento dei Francescani.

Sabato 12 maggio dalle ore 9 laboratorio missionario presso l’oratorio S. Angela Merici in via Cimabue 271, tema: “Dalle idee alla vita” progetto di pastorale missionaria. Intervento di Luca Moscatelli dell’Ufficio Catechesi Diocesi di Milano, alle 13.00 pranzo comunitario.

Domenica 13 maggio Festa dei Popoli all’oratorio S. Angela Merici dalle ore 9 inizio festa, alle 10.30 Celebrazione della S. Messa presieduta dal Vescovo. Ora 12 degustazione di piatti tipici, 13 spettacolo animato dalle comunità etniche. Durante la giornata saranno aperti gli stand delle comunità migranti in cui si potranno ammirare oggetti artistici dei diversi Paesi.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.