sabato 24 Febbraio 2024

Il Ponte delle Parole

Un ponte: quello che cavalca l’uscita del fiume Oglio dal lago d’Iseo tra Paratio (Brescia) e Sarnico (Bergamo), un progetto: Il Ponte delle Parole; un obbiettivo: mettere in evidenza i significati, la conoscenza e le conseguenze delle molteplici situazioni legate al mondo della disabilità.

Il Ponte delle parole è un’iniziativa, ideata e promossa dalla Cooperativa Sociale “Il Germoglio” di Iseo, in collaborazione con la Cooperativa Sociale “Il Battello” di Sarnico, sotto la direzione artistica e la regia di Pietro Arrigoni, che nasce per dare voce e visibilità agli ospiti che frequentano le due cooperative.

Il lago d’Iseo si conferma un luogo aperto all’arte e alla cultura, diventando il “ponte” verso la comprensione della disabilità. Da domenica 17 settembre, sul ponte Paratico/Sarnico, sarà possibile ammirare i 66 volti – tanti quanti i 66 chilometri che percorrono il lago d’Iseo – degli ospiti delle cooperative sociali “Il Germoglio” di Iseo e “Il Battello” di Sarnico.

Le fotografie, realizzate da Pietro Arrigoni nel corso di un lavoro di residenza durato due anni all’interno degli spazi delle due cooperative, vanno oltre il semplice scatto fotografico e invitano lo spettatore a superare le barriere mentali e a guardare la disabilità con occhi nuovi, senza paura.

L’esposizione fa da apripista al flash mob “Il Ponte delle Parole” in programma domenica 17 settembre alle ore 17 sempre sul Ponte Paratico/Sarnico, introducendo gli spettatori al tema della disabilità.

“Il ponte delle parole” si pone come obiettivo generale quello di sviluppare, tramite le proprie azioni, il filone La cultura come cura in quanto le attività che compongono il progetto approfondiscono il concetto di cultura come strumento di sviluppo dei processi di sostegno, inclusione, integrazione di soggetti fragili e spesso relegati in condizioni di marginalità.

In questo senso, è centrale nel progetto il concetto di “ponte” che viene inteso sia come collaborazione e condivisione di obiettivi fra organizzazioni che operano nel campo della disabilità con il fine di creare spazi di cura, di cultura e di relazione condivisi; sia come “luogo”, in quanto l’evento di maggiore rilievo nel progetto si svolgerà sul ponte che collega Paratico e Sarnico.Il ponte più importante che si vuole creare, tramite gli eventi culturali che verranno organizzati, è quello fra i territori sui quali operano la Cooperativa Il Germoglio e la Cooperativa Il Battello e gli ospiti dei servizi delle cooperative del partenariato.

Il flash-mob “Il Ponte delle Parole” è in programma per domenica 17 settembre alle ore 17.00. In caso di maltempo l’evento è spostato a domenica 1° ottobre, sempre alla stessa ora. “Il Ponte delle Parole” vedrà la partecipazione attiva degli ospiti delle due cooperative “Il Germoglio” e “Il Battello”. Durante il flash-mob verranno letti e donati ai partecipanti, gli stralci dei testi elaborati durante il percorso di formazione curato dagli educatori iniziato ancora a gennaio 2022.

7 parole chiave, 7 frasi, suoni, colori, simboli o disegni che traducono i bisogni spesso taciuti, ma che fanno parte delle vite dei ragazzi. Lo stesso giorno del flash-mob e fino a dicembre , sarà possibile visitare la mostra fotografica “RI/TRATTI. I mutevoli volti che ci abitano”, risultato del lavoro biennale di Pietro Arrigoni. I pannelli, che mostrano i visi degli ospiti, verranno collocati sotto il ponte di Paratico-Sarnico, dando vita alla prima mostra fotografica di sostegno e intreccio fra le periferie delle due province.

A rendere ancora più magico il momento, sarà l’emozionante concerto di apertura e di chiusura al flash-mob, in collaborazione con i conservatori “Luca Marenzio” di Brescia e di Darfo Boario Terme e “Gaetano Donizzetti” di Bergamo

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.
[td_block_social_counter facebook="popolisweb" custom_title="Seguici" style=""]

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: