venerdì 21 Giugno 2024

La bresciana fiera di San Faustino

Brescia. Il 15 febbraio per i bresciani sinonimo di una sola cosa: la festa dei Santi Faustino e Giovita, patroni della città.

Torna la tradizionale fiera dei Santi Faustino e Giovita, un appuntamento che ogni anno, il 15 febbraio, richiama in città migliaia di persone e centinaia di espositori, provenienti da quasi tutte le regioni italiane e da alcuni paesi esteri. La città si riempie di colori e di proposte, in un clima di spensieratezza e di vivacità particolarmente sentito: una giornata per vivere il centro storico e riscoprire le bellezze di Brescia e le specialità gastronomiche.

La storia racconta che Faustino e Giovita erano due giovani nobili bresciani vissuti nel II secolo d.C., che intrapresero la carriera militare e divennero cavalieri. In seguito furono convertiti al cristianesimo dal vescovo Apollonio e subirono il martirio tra il 120 e il 134, per non aver voluto sacrificare agli dei.

Anche quest’anno si rinnova la cerimonia del Galero Rosso  (el “capèl”). Il legame tra potere temporale e spirituale in Brescia si è consolidato sin dal medioevo e viene ricordato con la cerimonia del Galero Rosso o del “capèl”. Il sindaco, durante la Santa Messa nella basilica dedicata ai Santi Patroni, rivolto al celebrante legge il contenuto di una pergamena con cui fa richiesta formale ai Santi Patroni di rinnovare la loro protezione alla città, “supplica ab omni malo”, e accende la lampada, che arderà tutto l’anno davanti al reliquiario dei giovani martiri bresciani. Supplica accordata con la consegna da parte dell’abate del galero rosso prelatizio, portato in corteo fino alla Loggia, che lo custodirà fino al termine delle celebrazioni per i Santi Patroni.

Per il resto è una festa molto sentita dai bresciani che si riversano tra le bancarelle dai mille colori, dolci e varie mercanzie, artigianato etnico.La zona coinvolta è il centro storico di Brescia città. Il percorso si snoda per tutta via S. Faustino fino a Largo Formentone, per entrare poi nel cuore della città: Piazza Loggia, Piazza della Vittoria, via Dieci Giornate, via Antonio Gramsci, Corso Palestro, Corso Zanardelli. Altre vie che ospitano i banchetti sono via XXIV Maggio, via della Posta, via Volta, via IV Novembre.

Cogli l’opportunità per scoprire la magia di Brescia: tra una passeggiata e l’altra puoi visitare le splendide Chiese di S. Giuseppe e di S. Faustino in Riposo, osservare l’orologio astronomico di Piazza Loggia, concederti un caffè in uno dei bar tra Piazza Vittoria e Piazza del Mercato.

Ovviamente non può mancare una capatina in Castello, percorrendo la suggestiva Via Musei con Piazza del Foro e la zona archeologica e salendo dalla Contrada S. Urbano per ammirare i vicoletti e alcune abitazioni storiche di Brescia.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: