giovedì 20 Giugno 2024

“Mappe”, il filo conduttore di Porte Aperte Festival 2024

Cremona. Ai blocchi di partenza anche la nona edizione del Porte Aperte Festival, che come noto si terrà in città tra il 23 e il 26 maggio prossimi, organizzata dall’associazione omonima, dal Centro Fumetto Andrea Pazienza e dal Comune di Cremona, portando ancora una volta in città una cinquantina di ospiti di levatura nazionale ed internazionale, protagonisti nei linguaggi espressivi della scrittura, del fumetto e della musica, ma anche del teatro, del cinema, della fotografia e dell’arte contemporanea.

Il filo conduttore dell’edizione 2024 sarà quello delle “mappe”, da sempre strumenti principe per orientarci, nei viaggi come nella vita e nelle relazioni sociali. Talvolta salvifiche fonti di conoscenza, altre volte simbolo di violente imposizioni, di confini insuperabili, baluardi fisici e culturali. Infide portatrici di inganni, figlie – come sono spesso – di categorizzazioni preordinate, di astrazioni forzate, di identità costruite non sulle uguaglianze e le similitudini, bensì sulle differenze (tra territori, luoghi, persone, popoli, abitudini…).

Un festival dal basso, che punta a valorizzare le energie della città e del territorio, per offrire un’occasione di incontro e confronto con altre esperienze provenienti dall’intero territorio nazionale, con tanti temi e tanti ospiti, tra i quali due straordinari pianisti, autori e figli d’arte: Frida Bollani Magoni (con Albert Eno) e Paolo Jannacci, in concerto serale.

Uno speciale spazio verrà dedicato a Palazzo Fodri, scrigno di bellezza, arte e cultura, ricordando il Circolo Culturale omonimo che lo animò dagli anni ’70, presentando in anteprima sulla sua uscita autunnale un prestigioso volume a cura di Angelo Giuseppe Landi sul suo recente restauro e organizzando visite guidate al suo interno.

Nell’ambito del percorso Nuove generazioni in biblioteca, presso il Centro Fumetto, durante la mattinata di giovedi 23, in collaborazione con alcune scuole cremonesi, la Rete bibliotecaria e col sostegno di Fondazione Cariplo, si terrà l’iniziativa Gli scaffali della sostenibilità.

Tutti gli appuntamenti sono come sempre a ingresso libero con offerta, perché gli organizzatori del PAF continuano a credere nella cultura come strumento di emancipazione degli individui e di crescita delle comunità.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: