venerdì 23 Febbraio 2024

Mille Chitarre per Brescia Capitale della Cultura

Brescia. “Mille Chitarre in piazza ritorna con tante novità e, in occasione di Bergamo Brescia Capitale della Cultura, con un programma ancora più ricco: prima del “Concerto dove tutti sono protagonisti”, come recita lo slogan di questo imperdibile appuntamento, tante le iniziative previste  fino al 16 aprile, giorno della manifestazione.

Come per tutte le passate edizioni, l’obiettivo principale di Mille Chitarre è la creazione di un momento di aggregazione e festa in cui suonare tutti insieme alcuni brani che hanno fatto la storia della musica. L’evento non si prefigge l’obiettivo di radunare esclusivamente chitarristi esperti o maestri di musica, ma persone di tutte le età, unite dalla passione per la musica. Quest’anno  uno strappo alla regola: l’invito è esteso a chi vuol portare un altro strumento, non necessariamente la chitarra.

Il programma del giornata di Mille Chitarre in piazza:

Domenica 16 aprile sarà il turno dell’evento Mille Chitarre, a San Polo. Numerose le iniziative in giornata che precederanno il “Concerto dove tutti sono protagonisti”:

  • Alle ore 8.30 partenza della biciclettata (a cura della FIAB) dalla Fonte di Mompiano (con visita). Si seguirà il percorso ciclabile dell’acqua passando per il Parco dell’Acqua e gli Orti Comunali di via Cimabue. Alla biciclettata si uniranno quindi i partecipanti alla camminata in direzione del Parco delle Cave, tappa finale dell’evento. Qui si svolgerà la Festa di Primavera, organizzata dalla Consulta dell’Ambiente del Comune di Brescia, dai Consigli di Quartiere della Zona Est e da numerose associazioni ambientaliste e sportive;
  • Alle ore 11.30, presso il Parco delle Cave, momento musicale con il duo acustico formato dalla cantante Elena Zipponi e dal chitarrista Andrea Gaioni, in un concerto che spazia dagli Oasis ai Muse, per lanciare la Decima Edizione del Mille Chitarre;
  • Alle ore 12,30 circa, apertura dello stand gastronomico a cura del Circolo Acli di San Polo e dell’Oratorio Sant’Angela Merici. Presso l’oratorio ci saranno gonfiabili, animazione per bambini e bancarelle di “scambio oggetti”.

Nel pomeriggio tornerà, in occasione di “San Polo in Festa”, la decima edizione per l’anno 2023 dell’evento “Mille chitarre in piazza”, presso i giardini Montessori di via Cimabue a San Polo:

  • Alle ore 14 vi sarà la fase di accoglienza e “punzonatura” dei partecipanti, mentre l’“Aspettando Mille Chitarre” scalderà il pubblico con l’animazione della radio partner;
  • Alle ore 15.30 saliranno sul palco gli ospiti del Mille Chitarre, ossia gli “amici” dell’evento, tra cui Carolina David, presidente della Croce Rossa di Brescia. Saranno presentati gli sponsor e i partner di Mille Chitarre con eventuale omaggio di gadget, lo stato dell’arte delle collaborazioni con le associazioni di musica del territorio e i temi sociali e culturali perseguiti dall’evento;
  • Alle ore 16 scatterà l’ora dove «tutti sono protagonisti»: il concerto finale di «Mille Chitarre in Piazza». Per il decennale della manifestazione, la scaletta passa dalle tradizionali 9 a ben 21 canzoni, attingendo al repertorio eseguito tra il 2014 e l’ultima edizione. Si segnala tra gli altri D.O.C., brano scritto appositamente per l’edizione 2023 (testo e accordi sono disponibili sul sito internet della manifestazione)

Non finisce qui: con il concorso “Video Post Movie” tutti potranno cimentarsi nel realizzare il primo video ufficiale della manifestazione. Al vincitore andranno 500 euro; il regolamento e le modalità di iscrizione al concorso sono online sul sito della manifestazioni.

La manifestazione proseguirà anche oltre questa data: il 27 maggio si terrà, presso la Cascina Parco Gallo, il concerto della band dalle note inclusive “I Fuori Pista”, nello stesso mese sarà presentato nella sede del Giornale di Brescia un disco dedicato all’opera didattica di Franco Margola e sarà prodotto il disco “Brescia suona Brescia, Bergamo suona Bergamo” dedicato a compositori e interpreti delle due città.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.
[td_block_social_counter facebook="popolisweb" custom_title="Seguici" style=""]

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: