venerdì 21 Giugno 2024

Nicola Sansone, l’archivio ritrovato

Brescia. Il Macof Centro della fotografia italiana ospita sino al 16 luglio la mostra che riporta alla “luce” il lavoro di un fotoreporter: Nicola Sansone, l’archivio ritrovato, con fotografie che raccontano un’epoca. Quella del dopoguerra, della rinascita, del boom economico, di una società in cerca di riscatto dagli anni bui che l’avevano preceduta.

Nicola Sansone fa parte di quella “schiera romana” di reporter che a partire dagli anni ’50 ha segnato una stagione di grande fermento culturale nell’ambito del fotogiornalismo italiano. Insieme ad altri protagonisti quali Caio Mario Garrubba, Antonio Sansone, Calogero Cascio e Franco Pinna, fondò l’agenzia Realphoto che per molto tempo produsse servizi di notevole valenza per la stampa nazionale ed internazionale.

Fotografo colto e socialmente impegnato, Nicola Sansone muore nel 1984 all’età di 63 anni, dopo aver compiuto viaggi in tutto il mondo. Il suo archivio torna alla luce nel 2020, quando Renato Corsini viene a contatto con la figlia di Sansone, Lea, che l’ha custodito per decenni come “il mio tesoro nascosto”, lo organizza e interpreta arrivando a proporre attraverso la realizzazione della mostra e la pubblicazione del relativo catalogo il valore artistico e storico di Nicola Sansone nella sua completezza. Ne sono testimonianze le fotografie scattate, dagli anni ’50 fino alla fine degli anni ’60, in America, in Africa, in Giappone, in Turchia, in Thailandia, in Germania e naturalmente in Italia.

L’esposizione presenta 120 immagini scattate tra gli anni Cinquanta e la fine degli anni Sessanta, provenienti dall’archivio personale del fotografo, custodito per decenni dalla figlia Lea. Questo patrimonio è tornato alla luce nel 2020, quando Renato Corsini, curatore della mostra, ne viene a contatto organizzandolo ed interpretandolo per proporre, attraverso la realizzazione della mostra e la pubblicazione del relativo catalogo, la completezza insieme al valore artistico e storico del suo lavoro.

Renato_ripro_2 089

La rassegna è una delle iniziative della VI edizione del Brescia Photo Festival, promosso da Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei, in collaborazione con il Ma.Co.f – Centro della Fotografia Italiana, nell’anno di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023, ruota attorno al tema Capitale, e alle aree d’azione su cui si costruisce il programma; in particolare, la cultura come cura.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: