martedì 16 Aprile 2024

Premio Solidarietà Meroni al bresciano Gian Carlo Sardini

Milano. La prestigiosa sala Alessi di Palazzo Marino si trasforma per una mattinata in un bivacco alpino. Sabato 28 ottobre sarà assegnato il Premio Marcello Meroni dedicato a persone “eccezionalmente normali” che si sono contraddistinte per aver portato a termine iniziative di puro volontariato legate alla montagna e caratterizzate da originalità, valenza sociale, dedizione e meriti etici e culturali.

Il premio è articolato in quattro categorie: cultura, ambiente, alpinismo, solidarietà, quest’ultima va al bresciano Gian Carlo Sardini. Gli altri vincitori sono Michele Comi per la cultura, Dario Eynard e Fabrizio Miori per ex-equo alpinismo e Annamaria Gremmo per l’ambiente. Menzione speciale a Don Luigi Ciotti.

Tra le molte candidature giunte quest’anno all’organizzazione del Premio, la giuria dopo attenta analisi, ha individuato con grande slancio ed entusiasmo Gian Carlo Sardini quale vincitore del “Riconoscimento alla Solidarietà’” del Premio Meroni 2023.

Membro dell’Operazione Mato Grosso Gian Carlo si è trasferito a vivere con la famiglia tra gli altipiani Boliviani e Peruviani per molti anni. Dietro invito di Padre Ugo de Censi ha fondato il primo istituto di alta montagna, per formare giovani dei villaggi più poveri delle Ande all’attività di Guide Andine. È considerato tra i maggiori esperti di Andinismo. Ha effettuato innumerevoli spedizioni esplorative lungo la catena Andina. Ha contribuito alla costruzione di 4 rifugi e 1 bivacco nella Cordigliera Blanca-Perù, trasformando la percezione della montagna per le popolazioni locali.

Infatti la montagna è vista oggi come una risorsa culturale e ambientale e non un ostacolo alla già fragile economia dei campesinos. È autore del libro “sulle ANDE con le scarpe bucate”. In Italia sostiene la rete dei Rifugi OMG, partecipando alla costruzione e realizzazione di varie strutture tra Alpi e Prealpi. Ha curato la realizzazione di vari documentari sulle Ande, autore di mappe e guide di trekking. È tra gli ideatori del convegno internazionale sulla montagna avuto in Vaticano a dicembre del 2022 ispirato alla “Laudato si” di Papa Francesco.

La scuola di guide andine che i volontari dell’Operazione Mato Grosso hanno portato nelle zone del Perù, non solo ha regalato un importante sbocco professionale, ma ha motivato una percezione della montagna meno ostica e più aperta. L’impegno di una vita a favore della solidarietà, con un’esperienza diretta di oltre 16 anni tra gli altipiani del Perù e della Bolivia fanno di Giancarlo Sardini un esempio per tutti ed in particolare per le giovani generazioni.

Il Premio Marcello Meroni è un’ iniziativa della Scuola di Alpinismo e Sci Alpinismo “Silvio Saglio” con il consenso ed il sostegno della famiglia di Marcello ed il patrocinio della Scuola Regionale Lombarda di Alpinismo. Nato dal desiderio di mantenere vivo il ricordo dell’amico e compagno di cordata Marcello, prematuramente scomparso nel dicembre 2007, il quale ha lasciato un segno indelebile in tutti quelli che ne hanno conosciuto le eccezionali doti umane ed all’interno della Scuola di Alpinismo, dove in veste di Istruttore Nazionale di Alpinismo e come direttore dei Corsi di Alpinismo e Cascate di Ghiaccio ha dato il proprio contributo innovativo ed altamente professionale.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: