lunedì 28 Novembre 2022

Guida sicura con Como Forever, nel nome di Nicolas

Roncole Verdi, Busseto, Parma. È una storia dolorosa, di quelle che spezzano il cuore di una madre, la nascita dell’associazione Nicolas Comati . Ma anche una storia della forza di un cuore di madre che guarda avanti, ai giovani, alla prevenzione, alla sensibilizzazione, alla salvaguardia del dono della vita.

Così nasce il progetto “Guida Sicura con Como Forever”, la storia ce la racconta la mamma di Nicolas Comati.

Mi chiamo Sonia Mezzadri, e sono Presidente dell’Associazione Nicolas Comati, o meglio la mamma di Nicolas. Questa Associazione è nata purtroppo dopo la morte di mio figlio, in un incidente stradale a soli 20 anni, il 25 novembre 2018. L’associazione nasce a gennaio 2019 a sostegno di progetti legati ai giovani ma da febbraio 2020 l’Associazione si occupa principalmente di sensibilizzare la Guida Sicura. Per questo è nato il progetto “Guida Sicura con Como Forever” (Como perché Nicolas veniva chiamato così dai suoi amici). Un progetto che ha la vocazione di coinvolgere tutti i vari Istituti scolastici, rivolgendomi principalmente ai ragazzi delle scuole superiori.

Il progetto “Guida Sicura Como Forever”, che per la sua valenza sociale e di prevenzione è sostenuto da Cassa Padana, si rivolge agli studenti e ai giovani, punta principalmente a stimolare la riflessione sui temi della sicurezza stradale. La mamma e gli amici di Nicolas, insieme cercano durante gli incontri con i ragazzi di valorizzare l’importanza e la bellezza della vita, sensibilizzando i giovani ai corretti comportamenti da assumere in strada.

La presentazione agli studenti è solo una parte del progetto  “Guida Sicura Como Forever” che si concretizza nel coinvolgimento dei  ragazzi in prove pratiche che si distinguono in tre opzioni.

1- Prova Pratica  parcheggio Aci Viarolo  Grazie alla collaborazione dell’ACI di Parma organizziamo una prova “pratica “ con uscita a Viarolo presso il parcheggio dell’Aci adibito a questi corsi, con un limite massimo di 40 ragazzi, che obbligatoriamente devono avere la patente oppure il foglio rosa. Gli istruttori allestiscono l’area per far provare ai ragazzi le frenate di sicurezza e sbandamenti simulando la strada con il ghiaccio. I ragazzi coinvolti nella guida, divertendosi, nel contempo assimilano le nozioni importanti sulla sicurezza stradale.

2- Programma “macchina con ribaltatore” In questo caso possono partecipare anche i ragazzi senza patente. Abbiamo la possibilità di far portare nel piazzale della scuola  una “macchina con ribaltatore ” da un autofficina autorizzata Aci con istruttore  Aci che presenta la funzione della macchina e la prova sul posto quando si ribalta l’automobile come sganciare le cinture. Quindi i ragazzi a turno entreranno nella macchina che si ribalterà e verrà spiegato ad ognuno come sganciare la cintura, quindi una prova vera come intervenire  nello stato di panico che può portare trovarsi sottosopra nella macchina.

3- BORSA DI STUDIO come Tema “Sulla strada diamo precedenza alla vita” con l’obiettivo di stimolare l’attivazione e la creatività dei giovani sul tema proposto affinché questi ultimi si rendano promotori del messaggio del concorso. Possono partecipare gli studenti delle classi IV e V delle Scuole Superiori .Ciascun partecipante è chiamato a realizzare, con stretto riferimento al tema, tre prove a scelta:

  1. a) un elaborato in forma di video con le seguenti caratteristiche: cortometraggio che non superi i 10 minuti complessivi
  2. b) una locandina o poster
  3. c) un elaborato scritto, fino ad un massimo di 10 cartelle sotto forma di racconto, storia o articolo di giornale.

Una apposita commissione giudicante, composta da esperti di sicurezza stradale e da comunicatori, esaminerà i tre elaborati richiesti e stabilirà tre vincitori sarà assegnato un contributo da spendere per l’iscrizione alla Scuola Guida ai corsi per il conseguimento della patente di guida italiana, cat.B. L’Associazione si farà carico di  inviare direttamente l’importo alla Scuola Guida scelta dal vincitore/vincitrice, accompagnandolo dalla relativa Menzione D’Onore.

La Borsa di Studio vede in sostegno di Cassa Padana BCC, al fianco dell’associazione nell’importante lavoro di prevenzione. Basta ricordare che gli incidenti stradali con giovani tra 15 e 30 anni rappresentano il 25% delle vittime stradali. Il maggiore aumento delle vittime dal 2020 è riferito ai giovani di età compresa tra 15 e 19 (+41,7%). Il dato emerge nel report Aci-Istat sugli incidenti stradali 2021.

“Il nostro tempo è troppo breve per essere sprecato”… questo era il primo pensiero di Nicolas.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,373FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: