Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo mesi di siccità con le montagne brulle, per la gioia di sciatori e scialpinisti ora la neve sta arrivando, le prime nevicate hanno imbiancato le cime e si sono già verificati (in Svizzera) i primi incidenti per le valanghe.

Anche quest’anno domenica 17 gennaio il Club alpino italiano e il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico organizzano in 50 località di 14 regioni la giornata nazionale per sensibilizzare i frequentatori della montagna sui rischi che si possono correre d’inverno.soccorso

“Sicuri con la neve” è una giornata per la prevenzione degli incidenti in montagna nella stagione invernale, la partecipazione è gratuita e aperta a tutti. La giornata si svolge in circa 50 località di 14 regioni, con percorsi presidiati da tecnici e istruttori, stand informativi, campi neve organizzati e convegni. Le regioni nelle quali si svolgeranno la maggior parte degli appuntamenti sono Lombardia, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Toscana.

I partecipanti potranno assistere a dimostrazioni e mettere in pratica i principi di una corretta movimentazione in ambiente innevato, della gestione dell’autosoccorso, della ricerca con l’Arva e con le unità cinofile.sicuri sulla neve

“Il messaggio di Sicuri con la neve tende a sollecitare direttamente la consapevolezza e la responsabilità dei frequentatori della montagna innevata”, afferma Elio Guastalli, coordinatore nazionale del progetto. “La ricerca di un livello ragionevole di sicurezza, che mai potrà essere assoluta, dev’essere un dovere morale in ogni circostanza; questo principio vale anche in montagna”.

I rischi che si incontrano in montagna d’inverno non riguardano solo le valanghe, ma anche le scivolate, che generano incidenti di gran lunga più numerosi delle valanghe. Nel 2015 le scivolate, in alta quota su terreni montani coperti da neve e ghiaccio o su sentieri di media montagna lungo pendii ricoperti di erba secca, hanno fatto registrare numerosissimi interventi di soccorso e incidenti gravi, anche letali.soccorso

Forse la temperatura relativamente alta e insolita e le giornate di tempo bello hanno influenzato le uscite di alpinisti ed escursionisti che, in certe circostanze, non sono riusciti a percepire tempestivamente le insidie del terreno. Anche a queste casistiche d’incidenti, oltremodo preoccupanti, si rivolge il nostro messaggio di prevenzione.

La giornata “Sicuri con la neve”, compresa nel progetto “Sicuri in montagna”, è organizzata con la collaborazione delle Scuole di Alpinismo e Scialpinismo, delle Commissioni e Scuole Centrali di Escursionismo, Alpinismo Giovanile, Fondoescursionismo del CAI, del Servizio Valanghe Italiano, della Società Alpinistica F.A.L.C., con il supporto di enti e amministrazioni che si occupano di montagna.
Per maggiori info e aggiornamenti su appuntamenti e località: www.sicurinmontagna.it.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *