Tempo di lettura: 2 minuti

Soncino, Cremona. Il castello e le possenti mura venete che cingono ancora il borgo di Soncino hanno difeso nei secoli l’armonia medioevale del paese cresciuto sin da tempi antichi sulle rive del fiume Oglio, ora vanta come pochi paesi di pianura una testimonianza storico-architettonica inalterata. Una storia che va scoperta e sempre più valorizzata, la città murata che si presenta oggi al turista è il risultato di uno sviluppo che inizia verso l’anno 1000 e trova la sua più forte connotazione verso la fine del XV sec.

Per saperne di più da martedì 19 settembre alle ore 20.45, presso la sala convegni dell’ex filanda, inizia il quinto corso pubblico organizzato dall’Associazione Castrum Soncini e dalla coop. Il Borgo con il patrocinio del Comune di Soncino.

L’iniziativa culturale, intitolata “Il Borgo racconta”, è finalizzata anche alla preparazione di nuovi collaboratori turistici e didattici. Tuttavia è aperta anche a tutti coloro che abbiano voglia di ascoltare curiosità e particolarità del borgo murato soncinese e del suo territorio.

Tra gli argomenti trattati più significativi sono alcune ipotesi sull’origine di Soncino, in particolare l’epoca romana. Inoltre alcuni approfondimenti inediti sulla Pieve di S.Maria Assunta e su Ezzelino III da Romano. Ogni aspetto, comunque, della storia soncinese conterrà nuove sollecitazioni sempre legate agli ultimi ritrovamenti archeologici e archivistici.

L’Associazione Castrum Soncini insieme alla Coop. Il Borgo già da qualche anno ha proposto all’amministrazione comunale e alle altre realtà che si occupano di turismo l’organizzazione di un corso che possa diventare una preparazione per nuovi operatori turistici del territorio e un aggiornamento per chi già esercita l’attività di animatore didattico. Il tutto a costo zero compresa la realizzazione di apposite dispense. Purtroppo la proposta non è stata accettata. Nonostante questo è l’unico corso completo organizzato per la preparazione di animatori didattici a Soncino.

Lo scopo ultimo è quello di arrivare un giorno ad avere un gruppo unico di operatori turistici a Soncino, esigenza fondamentale per accrescere il livello qualitativo del turismo soncinese.

Ecco il programma completo delle 11 serate:

Martedì 19/09/17: l’origine ancora sconosciuta di Soncino.
Martedì 26/09/17: il Medioevo soncinese, da Borgo Franco a Terra Separata.
Martedì 03/10/17: l’Età Moderna e la lenta decadenza economica e politica.
Martedì 10/10/17: la Pieve di S.Maria Assunta, la chiesa madre.
Martedì 17/10/17: l’ex convento domenicano di San Giacomo tra eretici e inquisitori.
Martedì 24/10/17: la Rocca sforzesca e la cerchia muraria, la vocazione militare soncinese.
Martedì 07/11/17: la realtà sotterranea e le sue leggende.
Martedì 14/11/17: la famiglia ebraica dei “Soncino” e l’arte tipografica.
Martedì 21/11/17: Ezzelino III da Romano il Figlio del Diavolo.
Martedì 28/11/17: medicina, spezieria e cucina nel Medioevo.
Martedì 05/12/17: armi e armature nel Medioevo.

La partecipazione al corso è completamente gratuita. Chi volesse intraprendere l’esperienza di collaboratore nel settore turistico e culturale è pregato di contattare direttamente la coop. Il Borgo tel. 037483675 – [email protected].