venerdì 21 Giugno 2024

StraOrdinarie Visioni, dodici anni di carcere

Brescia. È partito nel 2011 il progetto al carcere di Verziano è realizzato dalla Compagnia Lyria, in collaborazione con Ministero di Giustizia-Casa di Reclusione, elaborato sulla base di attività d’integrazione tra realtà carceraria e società civile, e in particolare dei giovani, utilizzando come elemento principale lo stimolo culturale.

Si traduce nell’anno di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura nell’evento:StraOrdinarie Visioni # dodici anni di carcere” in programma dal 19 al 28 maggio in diversi spazi di MO.CA Centro per le Nuove Culture, Palazzo Martinengo Colleoni in centro città.

La manifestazione offre uno sguardo ampio e appassionato sul Progetto Verziano, realizzato da Compagnia Lyria, con laboratori annuali di danza contemporanea, scrittura creativa e Metodo Feldenkrais® incontrano di volta in volta il teatro, le arti visive, la musica e il canto, per dare vita a produzioni video e azioni performative con la partecipazione di detenute, detenuti e liberi cittadini. Un concreto contributo all’operazione di recupero del senso degli Istituti Penitenziari come luoghi che interagiscono con la collettività, per sviluppare una reale cultura dell’inclusione e creare un ponte tra il dentro e il fuori.

Il programma è denso di eventi che si sgranano sino a fine maggio, tra mostre, proiezioni di video e spazi di dialogo, presentazione di libri, spettacoli, convegni e due eventi riservati ai detenuti degli Istituti penitenziari di Brescia e Bergamo.

Da segnalare l’inaugurazione di venerdì 19 maggio, nel cortile del MO.CA alle 18, ingresso libero. Il pubblico viene accolto nel cortile del MO.CA con l’azione performativa Istantanea #01, esito finale del Laboratorio di danza contemporanea, Metodo Feldenkrais® e scrittura svoltosi presso la Casa di Reclusione Verziano Brescia nel corso del Progetto Verziano 12^ edizione. Istantanea #01 è una performance di composizione istantanea creata e interpretata da un gruppo di detenute e detenuti insieme ai performer di Compagnia Lyria.

Comporre istantaneamente richiede presenza, la capacità di essere in contatto con se stessi e, contemporaneamente, di sintonizzarsi con gli altri, coglierne gli stimoli per creare un dialogo imprevedibile attraverso il movimento. Il processo creativo e l’atto performativo rappresentano un momento fondamentale per riconnettere le persone in stato di detenzione al tessuto sociale, obiettivo primario delle attività condotte da Compagnia Lyria presso il carcere di Verziano. La performance viene riproposta giovedì 25 maggio.

L’evento StraOrdinarie Visioni # dodici anni di carcere è intitolato a Daniele Gussago, dal 1995 fotografo ufficiale di Compagnia Lyria. Il suo sguardo attento, discreto e intelligente ha colto istanti preziosi di questo lungo, denso straordinario viaggio, a cui è dedicata la mostra fotografica: Nell’ombra la luce. Nell’ombra vedere.

Il programma

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: