Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello, Brescia. Con le sere di primavera ritornano gli itinerari letterari a cura di Agostino Garda, al castello di Padernello, la rassegna “Un’ora d’autore” è ormai un classico tra gli appuntamenti della Fondazione, due cicli per ogni anno: ad aprile e ad ottobre.

Agostino Garda, curatore e relatore delle serate, presenta le novità librarie attingendo dai nomi più significativi della scrittura nazionale ed internazionale, prestando anche attenzione al vivace mondo degli autori bresciani che trovano ospitalità presso case editrici del nostro territorio. In un’ora o poco più viene presentato il profilo dell’autore e si procede alla sintesi e al commento dell’opera in esame.

Svariati i filoni: romanzo, saggistica, viaggi, attualità e, quando è possibile, la serata ospita l’autore stesso trasformando l’evento in un’intervista. Il tutto sempre secondo la filosofia del Castello di Padernello: promuovere pensiero attraverso la passione per la lettura.

Un’ora d’autore, proprio perché in poco più di 60 minuti si vuole parlare di libri. Ogni appuntamento è curato da Agostino Garda che, dopo la presentazione dell’opera, colloquia con l’autore. Se si intendesse trovare una definizione, ma pure un filo conduttore unificante dei quattro appuntamenti, il termine più calzante sarebbe

Incontri. Le serate sono a ingresso libero e iniziano alle 20.45.

Il programma:

Giovedì 28 marzo Il sentiero dei caprioli Incontro con il volontariato con Antonella Bertolotti

Giovedì 4 aprile Il banchiere sociale Omaggio a Luigi Pettinati. Incontro con le figure di pensiero ed azione con Stefano Boffini e Macri Puricelli

Giovedì 11 aprile Gli animali di Pinocchio e altre figure Incontro con le figure della fantasia letteraria con Delfino Tinelli

Mercoledì 17 aprile Dalle mie trincee Incontro con la storia con Valerio Gardoni

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *