venerdì 24 Maggio 2024

Giustizia riparativa, ciclo di incontri a Cremona

Cremona. Nell’ambito dei progetti Un Futuro in Comune e Un Futuro in Comune. Per essere a fianco di chi è vittima, di cui il Comune di Cremona è capofila, finalizzati allo sviluppo di un sistema regionale di giustizia riparativa e di assistenza alle vittime di reato, vi è l’obiettivo di promuovere ed implementare una rete istituzionale e territoriale che possa sostenere e accompagnare lo sviluppo delle azioni previste attraverso la collaborazione ed il confronto fra i diversi soggetti.

Proprio in riferimento all’importanza di promuovere collaborazioni e sinergie fra le diverse istituzioni, enti, cooperative ed associazioni, è stata proposta l’attivazione di un Tavolo di Coordinamento Provinciale con il compito di promuovere il confronto e costruire percorsi congiunti partendo dalla giustizia riparativa, ma con uno sguardo più complessivo sui temi della giustizia in generale e il rapporto con il territorio, nonché sviluppare in modo uniforme ed omogeneo anche i servizi di giustizia riparativa e di assistenza alle vittime di reato.

In questo contesto è stato organizzato un ciclo di incontri finalizzati ad una prima condivisione di idee e linguaggi sul tema della giustizia riparativa con il supporto di alcuni esperti che accompagneranno la rete dei soggetti coinvolti in questa fase costitutiva.

Il programma:

il 23 febbraio, alle ore 16:30, con Bruna Dighera, Tavolo per la Giustizia Restorativa di Lecco;
il 23 marzo, sempre alle 16:30 con Marco Bellotto, Associazione Comunità il Gabbiano e con Lucio Farina, CSV di Lecco, in cui si tratterà delle esperienza denonimata “Piazza dell’Innominato” di Lecco;
infine il 27 aprile, alle 16:30, con Cristina Vasilescu, coordinatrice per E.F.R.J del gruppo di lavoro sulle città riparative, dedicato alle esperienze in Europa.

I progetti Un Futuro in Comune e Un Futuro in Comune. Per essere a fianco di chi è vittima sono finanziati da Regione Lombardia, dal Ministero della Giustizia e da Cassa delle Ammende, realizzati attraverso la collaborazione con gli ambiti distrettuali di Cremona, Crema e Casalmaggiore, l’ASST Cremona, U.E.P.E. (Ufficio di Esecuzione Penale Esterna) di Mantova, Ufficio Servizio Sociale Minorenni del Tribunale dei Minori di Brescia, la Casa Circondariale di Cremona, oltre che con le cooperative Cosper, Nazareth, Bessimo, il Consorzio Arcobaleno, l’Associazione Libra, la Cooperativa Libra e l’Associazione Il Gabbiano Onlus.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: