lunedì 22 Luglio 2024

L’ultima estate, Falcone e Borsellino 30 anni dopo

Casalmaggiore, Cremona. Il diario civile di due uomini è “L’Ultima Estate. Falcone e Borsellino 30 anni dopo” in scena al Teatro Comunale di Casalmaggiore sabato 4 marzo alle ore 21. Un progetto di Simone Luglio, sul palcoscenico insieme a Giovanni Santangelo, per la regia di Chiara Callegari su testo originale di Claudio Fava, ex Presidente commissione antimafia in Sicilia e già autore della sceneggiatura ‘I Cento passi’.

Foto Duccio Burberi

Il 1992 fu l’anno delle stragi di Capaci e di via D’Amelio. Un anno drammatico e cruciale, che ha cambiato per sempre la storia dell’Italia. “L’Ultima Estate. Falcone e Borsellino 30 anni dopo” ripercorre gli ultimi mesi di vita dei due magistrati palermitani. Fatti noti e meno noti, pubblici e intimi, come le stazioni della via crucis, per raccontare fuori dalla cronaca e lontano dalla commiserazione, la forza di quegli uomini, la loro umanità, il loro senso profondo dello Stato. Ma anche l’allegria, l’ironia, la rabbia e, soprattutto, la solitudine a cui furono condannati.

“In questo paese ricordare gli ammazzati è come andare a messa, una liturgia di verbi, di gesti recitati a memoria…E invece quei morti ci chiedono altro essere ricordati per come vissero, non solo per come morirono”.

Foto Duccio Burberi

Sottratti all’apparato celebrativo che ha fatto di loro delle icone cristallizzate, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino vengono raccontati nella dimensione più autentica e quotidiana, che nulla toglie al senso della loro battaglia, ma li completa come esseri umani.

Un progetto che, partendo dalla Sicilia, abbraccia tutta l’Italia e che non vuole fermarsi ai soli confini nazionali, perché se la mafia è un fenomeno criminale su scala internazionale, anche Falcone e Borsellino sono due eroi conosciuti in tutto il mondo.

Lo spettacolo, selezione In-Box 2022, è stato concesso in esclusiva al Met per il trentennale della morte di Falcone e Borsellino, ricordato nel 2022. Primo spettacolo teatrale in assoluto a essere stato rappresentato all’interno della Corte di Giustizia dell’Unione Europea in Lussemburgo, ha effettuato una intensa tournée in Italia e all’estero, realizzata in collaborazione con la Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: