domenica 5 Febbraio 2023

Morire per amore

Gattatico, Reggio Emilia. Sarà appeso nella sala dedicata a Genoeffa Cocconi a Casa Cervi il quadro ad opera del celebre artista cileno Roberto Sebastián Matta (1911-2002) Morire per amore.

La cerimonia è in programma sabato 28 gennaio  alle ore 11. L’opera rievoca l’uccisione di Ernesto Che Guevara condannando la violenza delle dittature, viene acquisita dall’Istituto Alcide Cervi in comodato d’uso per volontà dell’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna e dell’ANPI di Bologna, ente proprietario dell’opera, nell’ottica della sua valorizzazione.

L’opera di Roberto Sebastián Matta è collocata nella sala dedicata alla madre dei sette Fratelli Cervi, nel cuore del percorso di visita: diventa quindi parte fondamentale di progetti allestitivi e delle attività anche didattiche che avranno al centro il patrimonio conservato e la sua ampia valorizzazione pubblica.

Roberto Sebastián Antonio Matta Echaurren (1911-2002) nasce a Santiago del Cile l’11 novembre 1911. Dopo aver studiato architettura all’Universidad Católica di Santiago, si reca a Parigi nel 1934 per lavorare come apprendista nello studio dell’architetto Le Corbusier. Verso il 1935 incontra il poeta Federico García Lorca, Salvador Dalí, André Breton e nel 1937 abbandona l’atelier di Le Corbusier per aderire al movimento surrealista. Nel 1939 fugge dall’Europa e si trasferisce a New York dove frequenta gli altri surrealisti emigrati. Nel 1948 rompe con i surrealisti e ritorna in Europa, stabilendosi a Roma nel 1953. Nel 1956 realizza una pittura murale per il palazzo dell’UNESCO a Parigi. L’anno dopo il Museum of Modem Art di New York gli dedica un’importante retrospettiva, successivamente presentata all’Institute of Contemporary Art di Boston e al Walker Art Center di Minneapolis. Espone alla Biennale di San Paolo nel 1962, a Berlino nel 1970 e ad Hannover nel 1974. Nel 1990 riceve il Premio Nazionale d’Arte del Cile e tiene una retrospettiva delle sue opere nel Museo di Belle Arti di Santiago. L’artista muore a Civitavecchia, Roma, il 23 novembre 2002

All’iniziativa interverranno: Albertina Soliani, Presidente dell’Istituto Alcide Cervi, Giorgio Zanni, Presidente della Provincia di Reggio Emilia, Anna Cocchi, Presidente di ANPI Bologna, Emma Petitti, Presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, Mauro Felicori, Assessore alla Cultura e al Paesaggio della Regione Emilia-Romagna. Infine, il critico e storico dell’arte Sandro Parmiggiani porterà alla scoperta dell’opera e dell’artista e architetto cileno, le cui opere sono esposte nei più importanti musei del mondo. Al termine dell’inaugurazione sarà servito un piccolo aperitivo. L’ingresso alla inaugurazione è libero e non occorre prenotazione.

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,370FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: