Tempo di lettura: 3 minuti

Gardone Val Trompia, Brescia. Oblomov-Letti in Valle è il festival dei narratori in programma dal 7 al 10 maggio, che  porta a Gardone Val Trompia nomi importanti del panorama letterario italiano e diviene l’occasione per presentare “l’oggetto” libro in maniera insolita e accattivante. L’incontro vivo  con gli autori permette di curiosare i motivi e le ispirazioni alla base delle storie narrate; l’accompagnamento musicale consente di aggiungere colore ed emozione alle parole; l’aperitivo informale lascia spazio ad un confronto di impressioni tra i lettori. Quest’anno un’edizione straordinaria quella in programma, sempre restando fedele alla sua vocazione, “Oblomov-Letti in Valle” esce dai confini della Biblioteca e incontra il pubblico nel cuore verde della Città di Gardone Val Trompia, al Parco del Mella.gambarotta conte

Oblomov 2015 ha una nuova location, per la prima volta, tutti gli eventi si terranno in una tensostruttura allestita nella bellissima cornice del Parco del Mella, cuore verde di Gardone Val Trompia e punto di ritrovo per tantissime persone: la Biblioteca ed il libro incontrano così il loro pubblico di appassionati, aprendosi nello stesso tempo all’intera cittadinanza e rendendo il Festival veramente un’occasione per tutti.

Gli appuntamenti si svilupperanno lungo l’intero arco della giornata: le mattine saranno dedicate agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado; alle ore 18.00, invece, il momento aperitivo e a partire dalle 20.45 gli incontri serali ad ingresso libero.

Si parte subito forte, giovedì 7 maggio alle ore 18.00 con l’aperitivo informale insieme a Gabriele Vacis, Roberto Tarasco e Antonio Manzini. I primi due saranno poi protagonisti della prima serata, alle ore 20.45, con “Meditazione sul tempo. Consapevolezza dell’attimo da Tchouang Tseu a Italo Calvino, passando per Buzzati, Goethe e Samuel Beckett. Un viaggio totemico, appuntamento imperdibile con uno dei più grandi registi e drammaturghi del teatro italiano contemporaneo, organizzato in collaborazione con Proposta ’15, rassegna teatrale a cura di Treatro Terre di Confine.locandina

Gabriele Vacis, autore con Marco Paolini del celebre racconto del Vajont, è considerato uno dei creatori del teatro di narrazione. Oblomov ha la fortuna e l’onore di ospitarlo in una delle sempre più rare performance dal vivo. La seconda serata, a partire dalle 22.00, avrà invece come protagonista Antonio Manzini, attore, sceneggiatore e giallista sulla cresta dell’onda stanno, infatti, scalando le classifiche non solo italiane.

Antonio Manzini sarà protagonista anche della prima serata di venerdì 8 maggio (ore 20.45), quando leggerà per il pubblico di Oblomov un suo testo ancora inedito. Aperitivo e seconda serata in compagnia di Fabio Stassi, bibliotecario a Roma e autore di diversi titoli di successo tra cui “L’ultimo ballo di Charlot”. Ad accompagnare con le note questa storia, saranno due artisti d’eccezione: Tito Mangialajo Rantzer (contrabbasso) e Francesca Ajmar (voce).

Sabato 9 maggio: a condurre le interviste, che nei primi due giorni sono affidate al Direttore Artistico del festival Claudio Comini, avremo Agnese Ermacora, giornalista, speaker radiofonica triestina, collaboratrice di Radio Popolare di Milano e coordinatore editoriale della web radio per bambini Radio Magica, oltre che autrice di libri per bambini. A lei il compito di farci conoscere un po’ meglio i protagonisti della terza serata: Mariapia Veladiano alle ore 20.45 e Piero Dorfles alle 22.00.andrea vitali

Con Mariapia Veladiano scopriremo una narratrice “fuori moda”, raffinata, dalle profonde indagini interiori, dagli sfondi ricchi di suggestioni e di pensiero, dalla capacità di armonizzare narrazione e introspezione. Con Piero Dorfles, critico letterario noto al grande pubblico per la partecipazione alla fortunata trasmissione televisiva “Per un pugno di libri”, ripercorreremo i grandi classici. Ad accompagnare le suggestioni che questi autori l’eclettica chitarra di Gabriele Zanetti.

Domenica 10 maggio è tempo di eXtraFestival a cura del Bar Parco: ancora libri e musica i protagonisti con Ettore Giuradei, attore e cantautore che alle ore 17.00 presenterà il suo libro “Il paese senza ringhiere, senza fabbriche e senza strade” una fiaba realizzata in collaborazione con l’illustratore Nicola Ballarini e Charlie Cinelli a raccontare, alle ore 18.00, la sua vita racchiusa nel libro “Il Charlie, breve storia della mia vita dall’infanzia all’immaturità”.

E dal momento che non di soli libri vive l’uomo, il Bar Parco proporrà per tutta la durata di Oblomov “I menù del festival”: per informazioni e prenotazioni 340.5598537.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *