Nonantola, Modena. Alla Befana, il 6 gennaio alle ore 18.30, arrivaBarbablù” trasmesso in diretta streaming sulla piattaforma google meet, un incontro teatrale ispirato alla celebre storia di Charles Perrault, a cura della compagnia Teatro Perdavvero. L’iniziativa sostenuta dall’amministrazione di Nonantola è promossa da ATER Fondazione, che da quest’anno cura la stagione del Teatro Troisi.

Il signor Barbablù non ha mai fatto del male a nessuno perché è un signore per bene, vestito bene, con la camicia stirata, le scarpe lucidate, che quando va al ristorante lascia sempre le mance ai camerieri. Poi è gentile con tutti perché dice: “Grazie, prego, si figuri, non c’è di che, si accomodi, prima lei, buongiorno, buonasera e buonanotte”. Ha il cappello tutto bello dritto e la barba… E la barba però è blu. Barbablù è anche molto ricco e abita in un castello meraviglioso. Lui vorrebbe sposare una delle due figlie della contessa, ma loro non lo vogliono in sposo, perché la sua barba…La sua barba è blu. Per convincere una delle due giovani a sposarlo, Barbablù le invita entrambe, con tutti i loro amici, ad una bellissima festa nella sua reggia, dove giocano, mangiano, ballano e si divertono moltissimo. Alla fine Giovanna, la più giovane tra le figlie della contessa, deciderà di sposarlo…

Il Teatro Perdavvero dal 2015 si occupa di teatro rivolto ai bambini e ha messo in scena diversi spettacoli: Re Tutto Cancella, una favola originale, I musicanti di Brema, spettacolo ispirato all’omonima favola dei Fratelli Grimm e Enrichetta dal Ciuffo, dalla favola “Enrichetto dal Ciuffo” di Charles Perrault. Confrontandosi con la storia di Barbablù, il Teatro Perdavvero la rilegge nell’orizzonte della presa di coscienza di Giovanna, che poco a poco scoprirà i terribili segreti che suo marito nasconde.

L’incontro è rivolto ai bambini a partire dai 5 anni ed è gratuito con prenotazione obbligatoria fino ad un massimo di 40 partecipanti (connessioni). Per partecipare allo streaming è necessario inviare una e-mail a teatrotroisinonantola@ater.emr.it entro le ore 17.00 di martedì 5 gennaio. Le persone che hanno prenotato riceveranno sul loro indirizzo e-mail la conferma della prenotazione e il link per partecipare alla diretta.