Tempo di lettura: < 1 minuto

E’ stato approvato il Decreto “Cura Italia” che prevede misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il decreto individua 4 obiettivi principali: il finanziamento e il potenziamento del Sistema sanitario nazionale, della Protezione civile e degli altri soggetti pubblici impegnati sul fronte dell’emergenza; il sostegno all’occupazione e ai lavoratori per la difesa del lavoro e del reddito; il supporto al credito tramite il sistema bancario e l’utilizzo del fondo centrale di garanzia; la sospensione degli obblighi di versamento per tributi e contributi nonché di altri adempimenti fiscali ed incentivi fiscali per la sanificazione dei luoghi di lavoro (un credito di imposta fino a 20 mila euro) e premi ai dipendenti che restano in servizio.

Sul tema della liquidità viene previsto l’accesso gratuito al Fondo di Garanzia per le pmi fino a 5 milioni di euro (a fronte dell’attuale limite di 2,5 mln di euro). Sul fronte degli investimenti è incrementata di 400 milioni di euro la dotazione dei Contratti di Sviluppo. Sono poi previste misure specifiche per alcuni settori, quali l’editoria con il rafforzamento del credito di imposta per la pubblicità.

Il testo è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 17 marzo 2020, ed è consultabile al link.

E’ attesa per il mese di aprile la pubblicazione di un nuovo decreto con altre misure di sostegno per le imprese.