Tempo di lettura: 3 minuti

Nella 6ª giornata di andata cade in casa dopo 5 vittorie consecutive la capolista Mazzoleni Pizzighettone (Manini 14) che cade nel match clou contro la Bonomi Idrosanitari Virtus Lumezzane (Gamazo 21) che grazie a questo successo aggancia a quota 6 punti la 9 Coop Romano Lombardo che ha osservato il turno di riposo.

Appena sotto troviamo i cugini della Saleri Sil Olimpia Lumezzane che tornano al successo superando nel derby il fanalino di coda La Fonte New Best Brescia grazie ai 19 punti di Poli, mentre per i valsabbini Giovara ha chiuso con 20. Appena sotto la compagine valgobbina troviamo la Farmacia Centrale Segalini Gilbertina Soresina costretta al rinvio del derby contro la Sanse Tedeschi Cremona che ora detiene il triste record di 4 gare da recuperare.

Soresina (Cremona) – Prima sconfitta stagionale per la capolista Mazzoleni Pizzighettone che al termine di una partita trilling cede davanti al pubblico amico nel match clou di giornata contro i bresciani della Bonomi Idrosanitari Virtus Lumezzane, i quali passano al PalaStadio con il punteggio finale di 70 a 74, salendo così al 2° posto a pari merito con Romano Lombardo che ha osservato il turno di riposo. Per questa gara coach Giubertoni deve rinunciare ancora una volta a capitan Foti (in panchina) e schiera lo starting five composto da Gorreri, Pedrini, Belloni, Bassani e Manini; mentre dall’altra parte coach Saputo che recupera l’ex Crema Ciaramella risponde con Gamazo, Mastrangelo, Merlo ed i fratelli Matias e Nicolò Foresti.

La gara vede un buon inizio della Mazzoleni che trascinata dagli ex juvini Manini e Belloni si invola sul 12 a 4 al 4′, poi reazione dei valgobbini che trascinati dagli argentini Gamazo e Merlo piazzano un break di 0 a 9 operando il sorpasso sul 12 a 13. La gara è bella e piacevole e nonostante la mancanza di pubblico le 2 formazioni viaggiano a mille all’ora e si continua con leggeri vantaggi ospiti sino alla fine del quarto chiuso sul punteggio di 20 a 25 con un canestro del gaucho Gamazo. Nel 2° periodo continua il buon momento bresciano e Matias Foresti infila la tripla del +8, ma la Mazzoleni reagisce e si riporta a -2, per poi operare il sorpasso sul 35 a 33 con una tripla di Bertuzzi al 18′, poi negli ultimi 2 minuti si gioca punto a punto ed il solito Gamazo manda le squadre al riposo sul punteggio di 40 a 39.

Al rientro dagli spogliatoi si continua con una serie continua di sorpassi e controsorpassi con nessun break rilevante ed il 3° periodo si chiude sul punteggio di 53 a 54, con Severgnini che nei secondi finali fa 2 su 4 dalla lunetta. Nell’ultimo periodo la gara si fa un po’ nervosa con gli arbitri che sanzionano le 2 formazioni con un fallo tecnico alla panchina i valgobbini e poco dopo Gorreri con un fallo antisportivo. Si continua in sostanziale equilibrio sino al 65 pari al 36′ con una tripla di Matias Foresti. Poco dopo con un minibreak i valgobbini si portano avanti per 65 a 70 a 46” dalla fine, ma sul capovolgimento di fronte Belloni tiene in vita la Mazzoleni realizzando i tiri liberi del -3, costringendo coach Saputo al time out. Alla ripresa del gioco a 11” dalla fine Mastrangelo subisce fallo e dalla lunetta non sbaglia i 2 tiri liberi, poi sulla rimessa Gorreri sbaglia la tripla del possibile -2 e sul rimbalzo la palla giunge a Mastrangelo che a 5” dalla fine subisce fallo e dalla lunetta non sbaglia i 2 tiri liberi del definitivo 70 a 74.

MAZZOLENI PIZZIGHETTONE-BONOMI IDROSANITARI VIRTUS LUMEZZANE 70-74
PARZIALI: 20-25, 40-39, 53-54
MAZZOLENI PIZZIGHETTONE: Gorreri 3, Foti n.e., Pedrini 13, Belloni 12, Bassani 12, Manini 14, Bertuzzi 6, Severgnini 4, Semeraro n.e., Biondi n.e., Baldrighi, Pairone 6. All.: Giubertoni.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo antisportivo a Gorreri 34′ (59-58).
BONOMI IDROSANITARI VIRTUS LUMEZZANE: Gamazo 21, Mastrangelo 16, Merlo 4, M.Foresti 16, N.Foresti 4, M.Borghetti 10, Bordone n.e., L.Borghetti, Ciaramella 3, Gnali n.e., Arrighini n.e. All.: Saputo.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo tecnico alla panchina 32′ (56-56).
ARBITRI: Giazzi di Ceresara (MN) e Cantarini di Annicco.