Tempo di lettura: < 1 minuto

Caro Mario Lodi,
tu scrivi e inventi favole belle. Perchè non scrivi una storia che parla della scuola di San Giacomo?
Questa mia scuola è la più piccola di Cetraro.
Potresti raccontare che chi fa chiasso durante le lezioni viene mangiato dall’uomo nero e chi invece è buono viene coccolato e gli viene cantata una canzoncina per farlo addormentare. Così i maestri e le maestre e i bidelli non saranno più severi con noi…”
Sabrina


Risponde Mario Lodi
Cara Sabrina, non capisco perchè dovrei scrivere io la storia della tua scuola, dove tu vivi e conosci tutto quel che vi accade. Io, quando ero maestro, ho scritto un diario nel quale, per cinque anni, ho raccontato la storia vera della mia classe, cioè tutto quel che i miei scolari, giorno per giorno, facevano, dicevano, pensavano. Il libro è stato pubblicato nel 1970 con il titolo “Il paese sbagliato”.
Perchè non scrivi anche tu la storia delle vostre avventure ?
Può essere la storia di quel che fate, oppure di una scuola immaginaria che non c’è e vorresti frequentare, con i bambini, i maestri e i bidelli amici fra di loro che ne combinano di belle. Eh, che ne dici?
Se la scrivi me la farai leggere?
Un abbraccio.
Mario Lodi