Tempo di lettura: < 1 minuto

In Lombardia ci sono 1,5 milioni di euro per finanziare le Filiere Corte a valere sulle risorse del Programma di Sviluppo Rurale.

Per partecipare è necessario costituire un’aggregazione di almeno due imprese agricole, anche in partnership con altri soggetti quali intermediari commerciali, soggetti che svolgono attività di trasformazione.

I progetti di filiera corta devono riguardare la cooperazione tra aziende al fine di ridurre i passaggi tra produttori e consumatori, lo sviluppo di tecnologie che facilitino la vendita attraverso la rete internet al fine di migliorare la programmazione produttiva e la concentrazione dell’offerta (ad esempio attraverso il commercio elettronico, box schemes, vendita a catalogo, etc.), lo sviluppo di modalità di vendita e promozione che favoriscano il contatto diretto con l’acquirente finale (ad esempio mercati degli agricoltori o farmers market, sistemi di acquisto e consegna a domicilio, vendita in forma itinerante).

L’importo dei progetti deve essere ricompreso fra 50 mila e 600 mila euro. Sarà erogato un contributo in conto capitale pari al 60 % sulle spese ammesse a finanziamento. La domanda deve essere presentata a partire dal 20 ottobre ed entro il 17 gennaio 2022.

GFINANCE opera da oltre 25 anni nel settore della finanza agevolata a fianco delle imprese e della pubblica amministrazione. Offre la propria consulenza per il reperimento di risorse finanziarie e di fondi pubblici, con l’attivazione e la gestione di strumenti regionali, nazionali e comunitari di finanza agevolata. Si è specializzata in ambiti che godono di particolare attenzione e rappresentatività: manifatturiero, energia e ambiente, agroalimentare, ict, smart city, welfare e salute.