Tempo di lettura: 2 minuti

Rimini. Di nuovo in presenza e con estensione digitale, l’appuntamento con l’economia circolare e la sostenibilità, Ecomondo si svolgerà nel quartiere fieristico di Rimini dal 26 al 29 ottobre. 1.160 gli espositori, provenienti da 30 Paesi; 80 le associazioni internazionali d´impresa, della società civile e della ricerca coinvolte; 150 i seminari e le conferenze sui temi dell’economia circolare, della bioeconomia, della sostenibilità.

Ecomondo è l’evento di riferimento in Europa per l’innovazione tecnologica e industriale nel settore della green and circular economy. Una fiera internazionale con un format innovativo che unisce in un’unica piattaforma tutti i settori a supporto della transizione ecologica: rifiuti, acqua, bonifiche, servizi integrati, energie, e cienza energetica, Sustainable city, mobilità ed infrastrutture green, modelli di economia circolare e di salvaguardia delle risorse naturali per uno sviluppo sostenibile.

Il tradizionale svolgimento in presenza della manifestazione, si arricchisce nel 2021, dell’innovativo strumento della piattaforma digitale, già sperimentato nella scorsa edizione, con l’obiettivo di moltiplicare le opportunità di business e di incontro. Ecomondo ospiterà progetti, soluzioni tecnologiche, convegni, dibattiti, innovazioni sulle teematiche più attuali, in linea con l’attuale Next Generation EU.

Ogni anno, Ecomondo offre un ampio programma di convegni e seminari che vedono protagonisti esperti, ricercatori, aziende e istituzioni nazionali ed internazionali. L’unico appuntamento in Europa dove vengono presentati e approfonditi tutti i driver per la transizione ecologica, dalle ultime innovazioni tecnologiche agli aggiornamenti normativi e canali di finanziamento.

Stati Generali della Green Economy È l’appuntamento annuale di riferimento per la green economy italiana. Promossi dal Consiglio Nazionale della Green Economy, in collaborazione con il Ministero della Transizione Ecologica e il Ministero dello Sviluppo Economico, propongono un’analisi e un aggiornamento sulle priorità di attuazione del Piano Nazionale Resilienza e Recupero.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.