Ferrara. Al Centro Slavich ripartono le attività culturali con la rassegna “Estate sul baluardo”, 16 serate dedicate al teatro e alla musica, ideate dall’associazione culturale e di promozione sociale Ferrara Off, in collaborazione con le associazioni Ultimo Baluardo e Musijam e con il Comune di Ferrara. Una serie di appuntamenti che hanno lo scopo, dopo il periodo di lockdown, di far riscoprire al pubblico il piacere delle rappresentazioni dal vivo.

Spettacoli itineranti, performance di microteatro, serate di prosa, improvvisazioni teatrali, reading, concerti e djset: una rosa di proposte provenienti dai diversi ambiti performativi delle tre associazioni, dal Festival di microteatro Bonsai a Il Solito Festival, da Growing Off a Musica in giardino, con un alternarsi di produzioni proprie e ospitalità, professionisti e allievi in fase di formazione, momenti di svago e di riflessione.I primi appuntamenti saranno dedicati agli spettacoli dei corsi di teatro e drammaturgia di Ferrara Off, da lunedì 13 a domenica 19 si alternano gli spettacoli “Alla luce del buio” con gli allievi dei corsi di Roberta Pazi e “Lèggere leggéro” degli allievi di drammaturgia guidati da Chiara Tarabotti, nella piccola rassegna Growing Off.

Dal 22 luglio al 12 agosto le tre associazioni si dividono gli ambiti. Per il teatro, Ferrara Off presenta la stand-up comedy di Massimiliano Loizzi con “Maledetta primavera”, il reading “L’avvelenatrice” di Schmitt letto da Maria Paiato e gli spettacoli “Signorina, lei è un maschio o una femmina?” di Gloria Giacopini e Giulietta Vacis e “Radici” di Antonio Anzilotti de Nitto, protagonisti anche della nuova produzione targata Ferrara Off “Rischiotutto” che verrà creata proprio quest’estate e presentata al pubblico il 12 agosto.Per quanto riguarda la musica, l’Associazione Musijam presenta due serate, venerdì 31 luglio “Bleecker street in concert: Rhythm and folk” e domenica 9 agosto “Just the way we are… Concerto jazz fusion con Venturia” mentre Ultimo Baluardo presenta due “soliti” dj-set con Mav e Paogo Ameschi, mercoledì 5 e lunedì 10 agosto, in sostituzione a “Il solito Festival” annullato per quest’anno a causa dell’emergenza Covid-19.

Tutti gli appuntamenti inizieranno alle 21.30, ad eccezione degli spettacoli di Growing Off che iniziano alle 21. Verranno realizzati nel rispetto delle ordinanze relative agli spettacoli dal vivo e allestiti in un palco all’aperto sul baluardo del Montagnone, viale Alfonso I d’Este 13, negli spazi del Centro Culturale intitolato ad Antonio Slavich, le cui parole “Liberatevi da soli del vostro manicomio” rappresentano bene il desiderio di uscire da un periodo di paura, solitudine, isolamento, con coraggio e fantasia.Oltre alla rassegna estiva, quest’estate Ferrara Off porta in giro per l’Italia alcune sue produzioni in importanti festival teatrali. Il 16 luglio Giacomo Cossio e la performance “Contronatura” prodotta da Ferrara Off, arriva a “Futuro Fantastico” Santarcangelo Festival, mentre lo spettacolo “Futuro Anteriore” con Antonio Anzilotti de Nitto, Matilde Buzzoni, Gloria Giacopini, Matilde Vigna scritto da Margherita Mauro e diretto da Giulio Costa, il 21 luglio disputerà la finale del Festival teatrale di Resistenza, Premio Museo Cervi – Teatro per la memoria a Gattattico (RE) ed il 26 agosto andrà in scena a OperaEstate/Bmotion a Bassano del Grappa (VI) in occasione della vittoria del bando InBox 2020.