Tempo di lettura: 4 minuti

Nella giornata inaugurale di serie B maschile si chiude in perfetta parità (4 a 4) il resoconto delle vittorie tra casa e fuori, ma senza sorprese.

A punteggio pieno troviamo la Green Up Crema (Cernivani 27 con valutazione 37) si impone nel derby contro la Ju.Vi. Ferraroni Cremona a cui non sono bastati i 15 punti di Preti; la Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda (Rubbini 17) che supera in casa la Virtus Antenore Padova (Marangon 15), la Gesteco Cividale del Friuli (Battistini 25) che vince nettamente contro Bologna 2016 (Hidalgo 16), la Gemini Mestre (Bortolin 28) che si impone nel match clou di giornata contro la Tenuta Belcorvo Rucker San Vendemiano a cui non sono bastati i 24 punti di Sanguinetti ed infine la Civitus Assicurazioni (Piccone 25) che si impone di misura contro i brianzoli della Lissone Interni Bernareggio a cui non sono bastati i 22 punti dell’ex Quartieri.

Passando alle vittorie esterne da segnalare quella di misura della Rimadesio (Sirakov e Giarelli 12) che si impone sul campo della Falconstar Monfalcone a cui non sono bastati i 12 punti dell’eterno Rezzano. Sempre a punteggio pieno troviamo l’altra neopromossa Secis Jesolo trascinata dai 30 punti di Bovo top scorer di giornata che supera l’altra neopromossa LuxArm Lumezzane (Borghetti 11); mentre ad Olginate è andata in scena la gara dove si è segnato di meno (89 punti realizzati) ed un raggelante 4 su 49 da 3 punti nella sfida tra i padroni di casa della Agostani Caffè Olginate (Maspero 14) e la WithU Bergamo (Ihedioha 18) che ha visto imporsi quest’ultima per 40 a 49.


Crema (Cremona) – Dopo una battaglia durata 2 overtime pronto riscatto della Green Up Crema che supera la Ju.Vi. Ferraroni Cremona con il punteggio finale di 93 a 77, dopo che le due squadre si sono affrontate un paio di settimane fa nella finale del turno eliminatorio di Supercoppa.

Per questa gara coach Ghizzinardi si presenta senza il lungo Konteh e recupera Seck che aveva saltato la prima parte di stagione per infortunio e schiera lo starting five composto da Venturoli, l’ex di turno Esposito, Ziviani, Del Sorbo e Cernivani; mentre dall’altra parte coach Crotti deve rinunciare all’infortunato Rinaldi che nei giorni è stato operato per una rimozione ossea al tallone e risponde con Preti, Fumagalli, Gobbato, Bona e Nasello.

La gara vede un buon inizio dei gigliati che con un canestro di Nasello si porta sul 2 ad 8, ma i leoni indomabili recuperano subito e con 2 triple nel giro di pochi secondi di Cernivani e Ziviani pareggiano i conti a quota 8. La gara è aperta e le due squadre sono sempre a contatto con continui sorpassi e controsorpassi e si procede così sino al suono della prima sirena che vede la Green Up avanti di sole 2 lunghezze sul punteggio di 22 a 20, grazie a 2 canestri consecutivi di Cernivani. Nella 2ª frazione parte bene la Ferraroni e Bona con 5 punti in rapida successione riporta avanti i cremonesi sul 24 a 25, per poi allungare sino a +6 con un canestro di Nasello, che costringe coach Ghizzinardi al time out riparatore. Al rientro in campo la Green Up con capitan Del Sorbo e Cernivani si riporta a -3, poi nel finale altro mini allungo juvino e Giulietti manda le squadre al riposo sul punteggio di 28 a 34.

Al rientro dalla pausa lunga la Ferraroni con Gobbato vola al massimo vantaggio sul 33 a 40 al 26’, ma la Green Up non cede e nel finale piazza un parziale di 11 a 3 e chiude avanti la 3ª frazione sul punteggio di 44 a 43. Negli ultimi 10 minuti le due formazioni si alternano al comando per alcuni minuti, poi la Ferraroni con una tripla dell’ex Vacchelli si riporta a +7 sul 51 a 58 al 36’; sembra fatta ma i leoni sono indomabili e piazzano un altro parziale di 10 a 3 l’ex Esposito pareggia i conti a quota 61 a poco più di un minuto dalla fine. L’ultimo minuto è contraddistinto da diversi errori da ambo le parti e Cernivani a 15” dalla fine sbaglia la tripla della possibile vittoria cremasca e rimanda il verdetto all’overtime.

Nell’extra time si scatenano da una parte Preti e dall’altra Esposito che a 29” dalla fine con un gioco da 3 punti realizza la parità a quota 72, poi si continua con una serie di errori da ambo le parti ed è ancora Cernivani che ha a disposizione il match ball ma sbaglia la tripla e rimanda ancora una volta il verdetto al supplementare. Nel secondo extra time rispetto al precedente parte bene la Green Up che minuto dopo minuto prende il largo anche complice le uscite per falli nel finale di Bona, Nasello e Preti con quest’ultimo che si fa espellere dopo un doppio fallo tecnico e Cernivani dalla lunetta mette il sigillo del definitivo 93 a 77.

GREEN UP CREMA-JU.VI. FERRARONI CREMONA 93-77
PARZIALI: 22-20, 28-34, 44-43, 61-61, 72-72
GREEN UP CREMA: F.Montanari 3, Ziviani 9, Galvano n.e., L.Montanari 5, Venturoli 10, Mercado Sanchez n.e., Esposito 15, Bianconi 2, Russo n.e., Seck, Del Sorbo 22, Cernivani 27. All.: Ghizzinardi.
Uscito per 5 falli: L.Montanari 49’ (84-75).
JU.VI. FERRARONI CREMONA: Colombo, Zoccoli n.e., Preti 15, Giulietti 6, De Martin, Vacchelli 10, Fumagalli 11, Tonello n.e., Gobbato 9, Bona 9, Milovanovikj 6, Nasello 11. All.: Crotti.
Usciti per 5 falli: Gobbato 40’ (61-61), Bona 49’ (82-75), Nasello 50’ (86-77) e Preti 50’ (92-77).
Doppio fallo tecnico ed espulsione a Preti 50’ (92-77).
ARBITRI: Cassinadri di Bibbiano (RE) e Bergami di San Pietro in Casale (BO).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome