Tempo di lettura: 2 minuti

Piacenza. Gola Gola Food and People cambia formula ma resiste. Quella che andrà in scena a Piacenza tra il 5 e il 6 settembre sarà un’edizione eccezionale che punterà tutto sugli incontri, sulle degustazioni, sulle conferenze e sui seminari, mantenendo così fede alla missione di approfondire il tema del cibo, pur senza il supporto spettacolare degli eventi di natura enogastronomica che caratterizzano tradizionalmente il festival.

«Abbiamo deciso di optare per un programma di convegnistica e incontri a tema con posti assegnati, distanziamento e utilizzo delle mascherine – dichiara Patrizia Barbieri, sindaco di Piacenza –  Questa formula coniuga da un lato, e prima di tutto, la tutela della salute, con il significato e le finalità della manifestazione, che è quella di vetrina del territorio e delle sue eccellenze enogastronomiche».

A essere coinvolte, tra il Palazzo Gotico di Piazza Cavalli e lAuditorium Sant’Ilario, in quello che per due giorni diventa comunque il cuore dell’area di Visit Emilia saranno personalità della cultura a 360 gradi, chiamate a discutere di temi di grande attualità come la sostenibilità e l’impatto dei comportamenti alimentari sull’ambiente, di storia della tradizione culinaria e di libri inerenti all’argomento centrale della rassegna. Infiniti, nonostante il ridimensionamento, rimangono gli appuntamenti gratuiti nei quali sarà possibile assaggiare salumi locali DOP, come coppa, pancetta e salame piacentino, e vini leggendari come il famoso Gutturnio.

Durante la prima giornata, verrà presentato il concorso gioca piacenza, vinci Piacenza, a cura del Consorzio Piacenza Alimentare, e, nell’ambito del talk show Ritorno alla terra: raccontare un sogno, saliranno in cattedra i giovani agricoltori, di Campagna Amica Coldiretti Piacenza nuovi protagonisti dell’agricoltura del futuro.

Laboratori per bambini, visite guidate per le cupole e aperitivi a numero chiuso in location straordinarie vanno inoltre ad arricchire un cartellone che concede ampio spazio ai più piccoli e agli eventi collaterali.

Capitolo a parte meritano infine le visite guidate, che sabato 5 e domenica 6 settembre porteranno i partecipanti sulla cupola del Duomo e al Piccolo Museo della Poesia all’interno della chiesa di san Cristoforo, dove verrà effettuato un breve reading di poesie a tema enogastronomico. Costo: 20 euro a persona, comprensivo del biglietto di accesso alla cupola del Duomo (info e prenotazioni: [email protected] – 331.4606435).