Brescia – Nel sessantesimo anniversario della pubblicazione, tre reading ridanno vita ai romanzi fantastici e allegorici di Italo Calvino.

Una rassegna dedicata ai capolavori della letteratura italiana del Novecento che attraverso le tre rappresentazioni vuol rendere omaggio ad uno dei più grandi intellettuali del nostro paese.

MARTEDì 4 AGOSTO ore 21.00- IL VISCONTE DIMEZZATO
Con Luciano Bertoli attore, Davide Bonetti fisarmonica.

La bizzarra storia del visconte Medardo di Terralba che, colpito al petto da una cannonata turca, torna a casa diviso in due metà (una cattiva, malvagia, prepotente, ma dotata di inaspettate doti di umorismo e realismo, l’altra gentile, altruista, buona, o meglio “buonista”).

Una fiaba d’evasione che tratta il tema universale dell’identità, in un reading sospeso tra realtà e fantasia.

GIOVEDì 6 AGOSTO ore 21.00 – IL CAVALIERE INESISTENTE
Con Antonio Palazzo attore, Giovanni Colombo tastiera.

Agilulfo, paladino di Carlo Magno, è un cavaliere valoroso e nobile d’animo. Ha un unico difetto: non esiste.

O meglio, il suo esistere è limitato all’armatura che indossa: lucida, bianca e… vuota.

Non può mangiare, né dormire perché, se si deconcentra anche solo per un attimo, cessa di essere. Una storia ambientata nell’inverosimile medioevo dei romanzi cavallereschi, ma vicina più che mai alla realtà del nostro tempo.

SABATO 8 AGOSTO ore 21.00- IL BARONE RAMPANTE
Con Filippo Garlanda attore, Daniela Savoldi violoncello.

All’età di dodici anni, a seguito di un litigio, Cosimo Piovasco di Rondò decide di salire sugli alberi per non scenderne più.

Una storia di fascino intramontabile, una riflessione insieme divertente e amara sulle conseguenze di ogni scelta e l’importanza del punto di vista.

Un classico della letteratura italiana da rileggere e riscoprire: moderno, visionario, poetico e umoristico, affascinante ritratto di un’epoca, il XVIII secolo.

“La disobbedienza acquista un senso solo quando diventa una disciplina morale più rigorosa e ardua di quella a cui si ribella.”