Tempo di lettura: 2 minuti

Superato il momento critico dell’impegno per gli “Sgabei d’autunno”, sia nella parte di preparazione che in quella di rimettere in ordine il tutto, è venuto il momento di fare il punto della situazione con il numero uno Claudio Dondi, Presidente della Pro Loco e Scodes G.L. quale rappresentante dei volontari del G.S.Pescarolo, sempre pronti alla collaborazione con l’Associazione.

Per quanto riguarda gli Sgabei è nostro dovere aprire l’argomento esprimendo un enorme grazie a tutti gli addetti ai lavori, concordando pienamente sull’esito più che positivo della manifestazione. Va riconosciuto, giustamente, un calo nelle presenze delle due serate rispetto ai precedenti anni, legato certamente all’effetto Covid-19 che ha condizionato inevitabilmente l’uscita delle persone. Inoltre la Senigola può avere anche una motivazione particolare, legata al problema assembramenti e agli spazi piccoli nella casa, problematica superata soprattutto grazie all’ottima situazione climatica che ha consentito il montaggio nel cortile di due grandi gazebo. Al calo nelle presenze, a conferma di quanto il momento fosse atteso, la gente ha risposto con una richiesta di asporto superiore ad ogni previsione e ad ogni edizione precedente, che ha consentito di chiudere assolutamente positivamente la manifestazione.

Ai due interlocutori abbiamo poi chiesto quali saranno i programmi futuri. E’ stato fissato il tradizionale appuntamento con S. Lucia? State lavorando per il prossimo Carnevale?

Anzitutto va premesso, precisano, che va tenuta presente la situazione Covid-19 con i relativi condizionamenti che creano un contesto ancora di incertezza sul come muoversi nell’organizzazione degli eventi, fino a fine anno, sia per quanto riguarda l’appuntamento sulla piazza in occasione della ricorrenza del Patrono di Pescarolo S. Andrea, in programma il 5 dicembre, che per la tradizionale visita ai bambini da parte di Santa Lucia. Per quanto riguarda il Carnevale che si spera di poter fare regolarmente, ad oggi l’intenzione sarebbe di aggiungere a quanto è già pronto a magazzino, un carro nuovo in fase di allestimento.

Costanti sono i contatti, precisa Dondi, che teniamo con Giovanni Brozzi e con gli altri importanti carnevali, fuori dal nostro territorio. Certamente l’atmosfera che il Covid-19 ci ha lasciato in eredità coinvolge tutti lasciando inevitabilmente il segno di un’incertezza generale.

Da entrambi l’auspicio generale che quanto prima si possa riuscire a risolvere questa situazione con un ritorno alla piena normalità per dare pieno agio alla voglia di fare. Lasciamo i volontari rinnovando il nostro grazie a tutti per l’impegno a favore della comunità, con i migliori auguri per il futuro.