Tempo di lettura: 3 minuti

Pescarolo ed Uniti (CR) – Fino ad oggi, possiamo affermare, dicono i responsabili delle iniziative pescarolesi, che la pandemia non ci ha creato problemi inattesi negli eventi programmati con situazioni climatiche pressoché estive. Ora però, con l’arrivo della stagione invernale e il riacutizzarsi della pandemia, ci troviamo in difficoltà.

Negli ultimi anni in questo periodo ci stavamo preparando ad organizzare le iniziative per la ricorrenza del Patrono, che quest’anno si celebrerà il 5 dicembre, e le idee per s. Lucia, 13 dicembre; inoltre già da alcuni mesi si lavorava nel capannone di via Zanetti per la preparazione del Carnevale.

Oggi dare una risposta al quesito iniziale non è cosa semplice. Quale sarà il futuro delle iniziative di Pescarolo? Come i lettori potranno dedurre, tutto è legato all’evolversi della situazione pandemica. Non tutto si può fare, in quanto bisogna pensare al dopo e alle conseguenze che potrebbero derivarne e per questo da parte degli addetti c’è molta cautela. Questi ultimi assicurano comunque una presenza sulla Piazza per la fiera, ma una cosa molto contenuta, almeno questo il programma oggi, mentre assicurano invece, tranne che si arrivi a soluzioni drastiche all’ultimo momento, l’arrivo di S. Lucia.

Purtroppo si pensava che la situazione pandemica andasse risolvendosi ed invece siamo ancora di fronte allo stesso contesto, anche se sembra di un entità minore rispetto allo scorso anno quando ci portò a dover chiudere tutto a manifestazione iniziata e che, inoltre, va ad aggiungersi ai problemi di sempre, in quanto queste due iniziative che seguono il programma consolidatosi in questi anni grazie ai volontari, sono certamente quelle più impegnative.

Un impegno, quello del Carnevale, che si suddivide in vari punti tra i quali certamente assume una rilevanza importante quello finanziario, seguono poi il tempo da dedicare alla realizzazione dei carri e la particolarità dei lavori che richiedono molta attenzione per la loro delicatezza e pericolosità. Per la parte finanziaria i fondi arrivano dalle varie iniziative avvenute durante l’anno grazie alla disponibilità dei nostri volontari. Ad oggi, dicono i responsabili della Pro Loco di Pescarolo ed Uniti, ce la siamo cavata anche con un po’ di fortuna. Certamente il nostro pensiero o meglio le nostre perplessità si riferiscono al ritorno del freddo, dopo un periodo che sembrava portarci fuori dalla pandemia, purtroppo s’è creata nuovamente una situazione critica e logicamente quelle perplessità resistono tutt’ora.

Mettersi in ballo ad investire e programmare il Carnevale 2022 può essere un rischio non da poco. Comunque ad oggi possiamo affermare che non siamo stati fermi ad aspettare. Alcuni appassionati del settore hanno avuto contatti proprio recentemente con il Carnevale di Cento, da dove abbiamo portato a Pescarolo del materiale utile. Al momento, dicono i responsabili, la decisione è stata quella di lavorare nel preparare un carro che avevamo acquistato in periodo pre-Covid. Questo ci consentirebbe, se le cose andassero in porto, di essere pronti con il materiale che abbiamo già a disposizione senza ulteriori costi, considerato che l’ultimo giorno di quel periodo è per il 2 marzo e le sfilate, se si svolgessero secondo il solito programma dovrebbero tenersi nelle domeniche 13, 20 e 27 febbraio 2022.