Cremona. Al via un ciclo di incontri sullo sport promossi dal Panathlon Club di Cremona aperti a tutti. Nell’attesa di poter riprendere le tradizionali conviviali in presenza, il consiglio direttivo del Panathlon Club Cremona ha deciso di organizzare una serie di incontri on line su temi sportivi.

Gli obiettivi sono di mantenere stretti contatti con i soci, ancor più importanti in questo periodo di forzato isolamento con l’impossibilità di potersi incontrare e di fornire un servizio alla comunità sportiva cremonese. Gli incontri si terranno con cadenza almeno mensile e verranno invitati relatori qualificati, alcuni membri del Club.

Le relazioni, che saranno visibili sulla piattaforma zoom, potranno essere seguite da tutte le persone interessate tramite accreditamento, che dovrà essere richiesto a panathlon.cr@libero.it per poter ricevere il link di collegamento.

Il primo incontro si terrà martedì 5 gennaio a partire dalle ore 18,30 in cui si parlerà degli EPS (Enti di Promozione Sportiva), riconosciuti dal CONI; i primi tre saranno AICS, CSI e UISP ed i loro presidenti, rispettivamente Enrica Lena, Claudio Ardigò e Anna Feroldi, racconteranno la nascita, di cosa si occupano e le finalità, l’attività praticata nell’anno appena concluso e le prospettive future per il 2021 di questi enti. La videoconferenza è organizzata da Giordano Nobile, consigliere del Panthlon Club Cremona e presidente della Polisportiva Corona. Ha già dato la sua disponibilità a partecipare anche l’assessore allo sport del Comune di Cremona, Luca Zanacchi.

Sarà un’occasione importante di conoscenza e di confronto per gli sportivi cremonesi, promossa dal Club di Cremona che ha tra i suoi obiettivi più importanti proprio quello della promozione e della diffusione della cultura e dell’etica sportiva.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.