Tempo di lettura: 2 minuti

Tizzano Val Parma. L’Appennino parmense ospita l’edizione 2021 dei Campionati Italiani di Parapendio -Trofeo dei Cento Laghi. L’edizione 2021 dell’Italian Paragliding Open, ovvero il Campionato Italiano di parapendio con formula aperta anche ai piloti stranieri, sarà ospitata dal 24 al 31 luglio in Val Parma, il comparto alimentare famoso in tutto il mondo.

Hanno confermato la presenza 120 piloti, provenienti da una dozzina abbondante di nazioni. Quartier generale dell’evento sarà il nuovo polo sportivo di Schia, frazione di Tizzano Val Parma a una manciata di km da Parma. I piloti spiccheranno il volo da Campo Grande a 1584 metri di quota, località alle pendici del Monte Caio tra prati e boschi di castagni nel comune di Palanzano. Da qui sorvoleranno l’Appennino parmense, con sconfinamenti in Liguria e Toscana, prima di atterrare in varie località tra Tizzano e Langhirano.

I percorsi precisi delle sette giornate di gara saranno determinati dalle condizioni meteo, fattore imprescindibile per la sicurezza dei piloti nel volo libero in parapendio e deltaplano, cioè senza motore, sulle ali del vento e delle masse d’aria ascensionali. Potrebbero toccare i 100 e più km se il tempo sarà molto favorevole.

Emozioni, adrenalina, senso di libertà del librarsi con il solo fruscio del vento nell’aria appenninica accompagnerà i piloti impegnati nelle gare, ma c’è la possibilità con una camminata di seguire le gare.

Eecco come: a piedi dal parcheggio di Schia, frazione di Tizzano Val Parma, si percorre la strada che costeggia la pista da sci (asfaltata nei primi metri) e al primo bivio si prende il sentiero a sinistra in direzione Corno di Caneto. Quando si arriva a Pian delle Guide, invece di salire verso il decollo, è consigliabile proseguire verso il Corno di Caneto. Dal sentiero si gode di un’ottima vista sull’area di lancio.

Presente alla gara di volo la nazionale azzurra campione del mondo in carica al completo a partire da Joachim Oberhauser di Termeno (Bolzano), detentore del titolo individuale. Poi Marco Busetta di Paternò (Catania), Chritian Biasi di Rovereto (Trento), la milanese Silvia Buzzi Ferraris, Alberto Vitale, ragusano trapiantato a Bologna, e Alberto Castagna di Cologno Monzese (Milano). La gara rientra nel calendario FAI (Fédération Aéronautique Internazionale) ed è organizzata dal Aeroclub Gaspare Bolla di Parma insieme all’asd Volo Libero Monte Caio – Delta Club Melloni.