Tempo di lettura: 3 minuti

I giardini privati di Parma, Mantova e Ferrara aprono eccezionalmente le loro porte al pubblico in occasione della settima edizione di Interno Verde, il festival diffuso che dal 2016 si impegna per valorizzare il meraviglioso patrimonio architettonico e botanico celato dietro le facciate dei palazzi.

Tre appuntamenti da maggio a settembre, tre città e oltre centocinquanta giardini tutti da scoprire: a Parma sabato 7 e domenica 8 maggio, a Mantova sabato 28 e domenica 29 maggio e a Ferrara sabato 17 e domenica 18 settembre.

Chiostri rinascimentali, oasi fiorite di pace e tranquillità, orti urbani, labirinti di siepi e insospettabili arboreti: l’anima più intima e rigogliosa delle tre città potrà essere scoperta passo dopo passo, varcando la soglia di luoghi normalmente non accessibili, perché appartenenti a famiglie ed enti privati.

Un’occasione unica per conoscere il carattere sfaccettato di tre centri urbani di rara bellezza, che attraverso i loro giardini narrano le vicende storiche che hanno contraddistinto il loro illustre passato e le tante anime di cui si compone il tempo presente.

Interno Verde quest’anno sarà un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo: i visitatori infatti avranno l’opportunità unica di visitare le eleganti dimore nobiliari passeggiando tra i glicini centenari della Parma di Maria Luigia d’Austria, di rivivere i fasti rinascimentali della dinastia Gonzaga, che fu tra le prime ad applicare l’astrologia medica alla coltivazione dei semplici a Mantova, per perdersi infine fra i vicoli medievali del ghetto ebraico di Ferrara, cuore tortuoso del capoluogo estense, dove sopravvivono corti e cortili dal sapore bassaniano.

Ad arricchire i tre appuntamenti un fitto programma di iniziative realizzato grazie alla vicinanza delle istituzioni, delle aziende e delle associazioni: passeggiate a tema ed escursioni in barca, laboratori per adulti e bambini, incontri e letture, mostre e installazioni artistiche dedicate alla natura e alla sostenibilità.

Tra le collaborazioni più attese: a Parma lo speciale e gustoso calendario ideato insieme a Cibus Off, la rassegna dedicata alle eccellenze del territorio, che accompagna la fiera internazionale dell’agroalimentare; a Ferrara le performance di danza contemporanea organizzate dal Teatro Comunale Claudio Abbado, che porteranno ad esibirsi in coreografie site specific, in alcuni dei luoghi più suggestivi della città, compagnie di rilievo nazionale e internazionale.

Le iscrizioni sono già aperte online. La partecipazione, consentita nel rispetto delle normative anti-Covid vigenti, è gratuita per i bambini fino ai 13 anni e prevede un contributo di 13 euro per gli adulti. Prima dell’evento, presso l’infopoint, verrà consegnata la mappa e il braccialetto che funziona da pass, valido per l’intero weekend.

In omaggio fino a esaurimento copie ci sarà anche il libro con le fotografie e le descrizioni degli spazi aperti, pensato quest’anno per trasformarsi in un gioco adatto a tutta la famiglia. A ogni giardino infatti corrisponderà una figurina e durante l’evento saranno allestite nei parchi delle postazioni per lo scambio. Le stesse descrizioni si potranno leggere online, nella mappa navigabile, e saranno disponibili in formato audiolibro, tramite playlist Spotify

Interno Verde è un progetto ideato dall’associazione Ilturco, curato dalla cooperativa no profit Interno Verde. Nato a Ferrara nel 2016, il festival si svolge a Mantova dal 2019, a Parma dal 2021.

Negli anni ha contribuito a far conoscere centinaia di giardini segreti, studiando e riportando la loro storia nella pubblicazione che accompagna ogni edizione. Oltre agli spazi privati, la manifestazione include e promuove il patrimonio delle più significative istituzioni culturali cittadine, insieme alle quali organizza eventi e attività.