Bernareggio (Monza Brianza) – Nulla da fare per una positiva Green Up Crema che nel match clou di giornata cede in trasferta sul campo della vice capolista Vaporart Bernareggio con il risultato finale di 88 a 79.

Per questa gara coach Cardani schiera lo starting five composto da Todeschini, Baldini, Laudoni, Aromando e Diouf; dall’altra parte coach Eliantonio che deve rinunciare all’infortunato Bianchi, riabbraccia dopo quasi 6 mesi di inattività Perez che parte dalla panchina e risponde con Pederzini, Drocker, Venturoli, Leardini ed Arrigoni.

La gara, dopo un inizio punto a punto, vede l’allungo dei padroni di casa che dal 7 pari piazza un parziale di 13 a zero. culminato al 5′ dal fallo tecnico alla panchina rosanero che spinge i brianzoli sul 20 a 7. Nel finale Arrigoni e Perez accorciano le distanze. ma il 1° quarto si chiude con i locali avanti di 11 lunghezze sul punteggio di 28 a 17.

Nella 2ª frazione reazione della Green Up che recupera punto su punto, grazie ad un positivo Drocker dalla lunga distanza, e nel finale una tripla di Venturoli riporta i leoni indomabili a -1, ma nei secondi conclusivi altro mini allungo della Vaporart. con Laudoni e Gatti che mandano le squadre al riposo sul punteggio di 49 a 43.

Al rientro dagli spogliatoi una tripla di Drocker riporta la Green Up a -3, poi altro passaggio a vuoto dei cremaschi ed i padroni di casa ne approffittano per piazzare l’ennesimo mini allungo involandosi a +12 sul 65 a 53 al 28′, con un canestro di Baldini, costringendo coach Eliantonio al time out riparatore. Al rientro in campo fiammata d’orgoglio della Green Up che grazie ad una tripla di Leardini ed i canestri di Pederzini e Drocker, chiude il 3° tempo sotto di sole 5 lunghezze, sul punteggio di 65 a 60.

Nell’ultimo quarto parte bene la squadra ospite con Drocker che sfrutta al meglio il doppio fallo tecnico sanzionato dapprima a Baldini e successivamente a Laudoni, riportando i rosanero a -3, poi nel finale la coppia arbitrale espelle coach Eliantonio per proteste e a questo punto i brianzoli prendono il largo e grazie ai canestri di Baldini e Gatti, e volano sino a +12, mettendo la parola fine al match, ma il solito Drocker, sul capovolgimento di fronte, infila 3 tiri liberi, dopo un fallo subito dall’arco, ma ormai la gara è ampiamente nelle mani dei biancorossi locali.

VAPORART BERNAREGGIO-GREEN UP CREMA 88-79
PARZIALI: 28-17, 49-43, 65-60

VAPORART BERNAREGGIO: Todeschini 14, Baldini 12, Laudoni 15, Aromando 13, Diouf 8, Marra, Quartieri 3, Almansi 3, Ghedini 3, Gatti 9, Radcenko, Tsetseroukou 8. All.: Cardani.
Uscito per 5 falli: Todeschini 40′ (88-76), falli tecnici a Todeschini 33′ (69-65) e Laudoni 34′ (70-66).

GREEN UP CREMA: Pederzini 10, Trentin 1, Drocker 30, Venturoli 11, Leardini 9, Perez 2, Bonvini n.e., Montanari 6, Arrigoni 8, Del Sorbo 2, Dosen. All.: Eliantonio.
Uscito per 5 falli: Leardini 38′ (78-74), falli tecnici alla panchina 5′ (15-7) e 39′ (82-76) con relativa espulsione a coach Eliantonio.

ARBITRI: Bonetti di Ferrara e Bertuccioli di Pesaro Urbino.


Nella 6ª giornata, penultima del girone di ritorno e della 1ª fase, continua a guidare solitaria in testa alla classifica la Moncada Group Agrigento (Saccaggi 20) che supera nettamente in trasferta la Fidelia Torrenova (Lasagni 11) e respinge l’assalto della vice capolista Vaporart Bernareggio (Laudoni 15) che nel match clou di giornata supera in casa la Green Up Crema, a cui non sono bastati i 30 punti di Drocker, top scorer di giornata ed autore di un immacolato 5 su 5 dall’arco.

Alle spalle della compagine brianzola troviamo la coppia composta da Allianz Bologna 2016 e per l’appunto Green Up Crema, uscita sconfitta dall’infuocato campo della Vaporart Bernareggio, che mercoledì 3 marzo recupererà il match esterno sul campo del fanalino di coda Mantia Palermo che in settimana ha esonerato coach Mazzetti sostituendolo con Verderosa ; mentre gli emiliani che in settimana hanno tesserato l’ex Stings Mantova Albertini, vincono a fatica in casa contro i siciliani della Mantia Palermo grazie ai 18 punti di Conti, mentre per i siciliani da segnalare i 18 punti dell’ex Gilbertina Soresina Guerra.

Nella seconda metà della classifica troviamo a pari merito la coppia composta da Keos Ragusa e Ltc Sangiorgese che si sono affrontate nello scontro diretto in terra milanese e che ha visto prevalere la compagine legnanese grazie ai 27 punti di Picarelli, mentre per i ragusani non sono bastati i 19 punti dell’ex Crema Sorrentino e precedono a loro volta la Fidelia Torrenova, sconfitta nettamente in casa dalla capolista Moncada Group Agrigento. Chiude la classifica i palermitani della Mantia Group, sconfitti in trasferta sul campo della Allianz Bank Bologna 2016.