Tempo di lettura: 2 minuti

Bienno, Brescia. Con il mese di gennaio, mese della pace e della memoria, all’Eremo dei SS. Pietro e Paolo di Bienno è iniziato un percorso alla scoperta dei testimoni di fede, di pace, di libertà e di giustizia.

L’iniziativa è organizzata dall’Eremo in collaborazione con le Fiamme Verdi, l’Ecomuseo della resistenza in Mortirolo, le Acli, il gruppo Dio cammina a piedi, la Cooperativa cattolico-democratica di cultura, l’Azione Cattolica, l’Ucid e Libera.

Dopo il primo incontro sulla figura di Paolo VI, ora siamo al secondo incontro previsto per sabato 26 febbraio ore 15 e verterà sul tema:  La Rosa Bianca. Studenti contro Hitler.

Quella della Rosa Bianca è una delle pagine più affascinanti della resistenza al nazismo in Germania. Questi giovani di Monaco di Baviera si opposero a Hitler con la forza della parola e delle idee, scrivendo sei volantini diffusi di nascosto in tutta la Germania e riempiendo il centro di Monaco di scritte al catrame contro Hitler.

L’incontro viene proposto nel mese di febbraio a ricordare che proprio in febbraio, esattamente il 18 febbraio 1943, vengono arrestati i primi tre membri della Rosa Bianca, Hans e Sophie Scholl e Christoph Probst e quattro giorni dopo processati e ghigliottinati. In un successivo processo verranno condannati a morte e poi ghigliottinati Willi Graf, Alex Schmorell e il prof. Kurt Huber. L’appuntamento per conoscere questa straordinaria pagina della resistenza contro il nazifascismo.

Interverrà Anselmo Palini, autore di vari articoli e studi sulla Rosa Bianca. Dei brani tratti dai volantini della Rosa Bianca saranno letti dall’attore Luciano Bertoli. Introdurrà l’incontro Filippo Perrini, presidente della CCDC (Cooperativa cattolico-democratica di cultura) di Brescia. Degli intermezzi musicali saranno proposti da Lucia Bianchini.

Tutti possono partecipare: basta avere il green pass e le nuove mascherine FFP2.