Brescia. “A noi non appartengono i miracoli, e forse neanche le opere, ma l’operare: di ogni giorno, di ogni istante.” Le parole dal “Mattutino di un sindaco” sono di Cesare Trebeschi, illustre personalità della brescianità, scomparso il 10 aprile scorso.

Alla sua figura è dedicato il 1° Premio Cesare Trebeschi, ma soprattutto ai valori che sin dall’inizio della sua vita pubblica, Cesare Trebeschi, ha messo in atto nell’impegno civile, politico e culturale durante e subito dopo la guerra, per i suoi concittadini nel nome del “bene comune”.

La 1ª edizione del concorso ha come tema “La sostenibilità vista dai giovani” ed è rivolto a tutte le studentesse e gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della Città e della Provincia di Brescia. Il tema centrale del concorso, che vuole trasmettere ai giovani e attualizzare i valori che hanno guidato la vita di Cesare Trebeschi, politico e amministratore, è la responsabilità sociale intesa come educazione alla comunità, alla sostenibilità ambientale e sociale.

Al concorso è  possibile partecipare con opere fotografiche e video, purché inedite e originali, che non siano già state premiate o segnalate in altri concorsi. Non potranno essere costituite da rifacimenti, né da riedizioni modificate di lavori precedentemente editi.

Le opere fotografiche dovranno avere formato jpeg o tiff, in formato minimo di 20X30 cm., RGB profondità minima 8 bit per canale e risoluzione 300 DPI e il file non deve superare i 10 MB per foto. I video dovranno essere in formato Full HD h264, di durata massima di 3 minuti.

Oltre ai premi finali un capitolo a parte riguarda la formazione offerta da Fondazione AIB, che su richiesta delle scuole, presenterà imprese modello nel campo della sostenibilità. Fra tutte le classi che realizzeranno un video su queste best practice, una riceverà la menzione speciale e un premio in buoni acquisto. In totale i premi rappresentano un valore di circa 10.000 Euro, a riprova dello spessore dell’iniziativa, che nasce per consolidarsi nel tempo e non certo come un’iniziativa sporadica.

Le opere dovranno essere spedite via e-mail all’indirizzo info@premiotrebeschi.it entro il 10 marzo 2021, allegando i pdf firmati delle autocertificazioni e delle liberatorie. Se il contenuto della mail superasse i 10 MB si raccomanda di utilizzare la piattaforma gratuita disponibile sul sito www.wetransfer.com inserendo nei destinatari l’indirizzo di spedizione corretto.

L’obiettivo è quello di rafforzare una visione della società aperta, condivisa e solidale, capace di dialogare costruttivamente per realizzare il bene comune. L’urgenza di non perdere questa preziosa eredità ha convinto gli organizzatori a privilegiare quei linguaggi diretti e creativi, con i quali i giovani amano esprimersi e che potranno essere veicolati anche attraverso i canali social.

“Così, ogni vita spenta prematuramente, ogni ala tarpata, ogni fiore reciso dall’uomo prima di avere offerto al sole – dato alla luce – tutti, assolutamente tutti i suoi colori e il suo profumo, è una nota che manca alla sinfonia dell’universo, una stonatura quindi, uno strappo nel quadro, una ferita nel paesaggio.” (Cesare Trebeschi)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome