Tempo di lettura: 2 minuti

Padernello, Brescia. Porta con te il libro che stai leggendo o scegline uno da noi…
Potrai leggerlo nelle sale più belle del Castello!

Il Castello di Padernello, scrigno di storia, arte e cultura, in un angolo di natura della Bassa Bresciana, si popolerà di storie, personaggi e racconti grazie ai libri che si potranno leggere nelle stanze del maniero.

Castello di Padernello @Virginio Gilberti

Il Castello di Padernello, infatti, sarà uno dei luoghi insoliti e non convenzionali per la lettura, dove i ragazzi avranno la possibilità di gustare il piacere della lettura, per proprio conto o con gli amici. Potranno leggere tra le sale del Castello, contribuendo alla costruzione di una comunità di lettori e di una biblioteca diffusa tra i luoghi simbolici o con forte valenza emotiva delle Terre Basse.

Venerdì 12 novembre dalle 14,30 alle 18,30 le sale per la lettura sono aperte. Venerdì 19 novembre per l’occasione sarà presente Gian Mario Andrico che racconterà una leggenda coinvolgendo grandi e piccini. Da molti anni Gian Mario Andrico sapientemente raccoglie e tramanda le leggende della bassa bresciana illustrate da Nadia Sayed Ali.

L’iniziativa è realizzata all’interno del progetto “Non è mai troppo tardi… per leggere” in collaborazione con Fondazione Provincia di Brescia Eventi e Associazione Terre Basse, bando “Per il Libro e la Lettura” di Fondazione Cariplo.

Si vuole così creare e sostenere una comunità di giovani lettori attivi, la cui sede simbolica e fisica sarà il Castello di Padernello, ma i cui eventi e incontri si potranno svolgere su tutto il territorio della Bassa Bresciana, in particolare nei comuni aderenti all’Associazione Terre Basse (Azzano Mella, Barbariga, Brandico, Corzano, Dello, Longhena, Mairano). Saranno i figli a incentivare la lettura nei genitori. L’intento è quello di trasformare i libri in un mezzo di valorizzazione dei rapporti personali e sociali, strumento per creare comunità e socialità, attraverso azioni che partano dal basso e che siano generative di nuove relazioni e di progetti su scala locale.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.