Tempo di lettura: 2 minuti

Castelleone, Cremona. Dopo la pausa estiva, la ripresa di MagicaMusica è sprint: due concerti a Camisano e Pieranica, Cremona, nel prossimo fine settimana.

Magica Musica è pronta a ripartire più forte di prima. Dopo la pausa estiva sono riprese lunedì 31 agosto, presso la sede castelleonese, le attività dell’associazione. È stata l’occasione per ritrovarsi a fare musica dopo molto tempo. “La ripresa delle attività associative – spiega il direttore dell’orchestra, Piero Lombardi – era attesa con gioia tanto dai musicisti con disabilità, quanto dalle famiglie.Il Covid non ci ha fermato, siamo carichi per gli appuntamenti del fine settimana”. Le attività si svolgono nel pieno rispetto delle normative vigenti e dei protocolli sanitari previsti. “Ci siamo organizzati in maniera tale da garantire il rispetto degli obblighi di distanziamento previsti, svolgendo attività in assoluta sicurezza e con lo spirito inclusivo che da sempre ci caratterizza”.

Il calendario dell’orchestra è fitto di appuntamenti. Venerdì 4 settembre alle ore 21 i magici musicisti si esibiranno in piazza della chiesa a Camisano in occasione della sagra. Ingresso gratuito con offerta libera fino ad esaurimento posti. “L’evento – spiega don Ernesto Mariconti – vuole veicolare un messaggio di fratellanza e condivisione in un momento complicato. I ragazzi di MagicaMusica, attraverso il loro talento, ci faranno vivere una bella serata”.Sabato 5 settembre l’appuntamento sarà in via Roma a Pieranica (incrocio via Molino/via Marconi). Ingresso libero fino ad esaurimento posti. È prevista anche un’area ristoro ed un’area giochi. La prenotazione per la cena è obbligatoria al 3927933785. In caso di maltempo entrambi gli eventi saranno sospesi.

L’orchestra MagicaMusica è gruppo musicale composto da una trentina di ragazzi disabili. L’obiettivo dell’iniziativa è di offrire a queste persone un momento di divertimento e, nel contempo, stimolarle ad una migliore crescita psicofisica individuale e collettiva utilizzando e mettendo a frutto le grandi potenzialità della musica e dell’arte.

Di loro dicono: “abbracciamo gli ostacoli fino a riconoscerci senza farci caso, abbiamo bandito la parola terapia e sostituita con divertimento, puntiamo su qualità  musicale per dare dignità alla persona, vogliamo che questi ragazzi si presentino al mondo con dignità senza pietismi e poi  autostima, autonomia, condivisione.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.