Tempo di lettura: 2 minuti

Quest’anno proprio non ci vorrei rinunciare. Un occhio al cielo e un occhio a lei.

Il cielo per ora non promette neve. Freddo sì, ma non sono previste (al momento) nevicate in pianura.

Anche lei, la maonia, promette bene. E’ alta e possente. Si è moltiplicata a dispetto delle vicine di banco, rosee camelie invernali. I suoi fiori sono pronti a esplodere.

Qualche giorno ancora e la vedrò finalmente. Dopo alcuni anni di digiuno, dovuto a nevicate improvvise calate in pianura i primi giorni di dicembre che per alcune stagioni hanno letteralmente bruciato i bei fiori sul nascere, anche quest’anno dovrei godere del suo bel giallo.

La gialla Maonia è una pianta generosa se il meteo le permette di fiorire. Il suo giallo intenso illumina l’inverno. Per certi versi ricorda l’agrifoglio. Non tanto per i fiori quando per le foglie appuntite che possono fare male a a ogni incauta giardiniera che si metta al lavoro senza guanti.

Il nome botanico di questa energica signora in giallo è Mahonia aquifolium. Viene dall’America settentrionale e appartiene alla famiglia delle Berberidacee. E’ abbastanza semplice da coltivare, perché non ha paura del freddo. Ha bisogno d’acqua durante l’estate, certo, ma questa è una necessità comune a quasi tutte le piante.

Bastano davvero poche attenzioni per godere della sua bellezza, fatta di foglie lucide dal colore verde scuro, con spine corte come quelle dell’agrifoglio, e di fiori gialli profumati riuniti in pannocchie. Se tutto andrà per il verso giusto (soprattutto se non nevicherà….) in primavera i bei fiori lasceranno il posto a caratteristiche bacche scure.

CONDIVIDI
Macri Puricelli
Nata e cresciuta a Venezia, oggi vivo in mezzo ai campi trevigiani. Fra cani, gatti, tartarughe, tre cavalle e un'asina. Sono laureata in filosofia e faccio la giornalista da più di trent'anni fra quotidiani e web. Dal 2000 mi occupo della comunicazione on e offline di Cassa Padana Bcc e dallo stesso anno dirigo Popolis. Quanto al resto...ho marito, due figli e tanti tanti animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *