Tempo di lettura: 6 minuti

Nella 5ª giornata di ritorno del campionato di serie C Silver girone Verde 1 dominio del fattore campo che ha visto 3 vittorie interne su 4. Nonostante la sconfitta casalinga la capolista San Pio X Mantova (Malagutti 20) contro l’E’Più Casalmaggiore (Raskovic 14) rimane solitaria al comando ma rimane con soli 4 punti di vantaggio sulla compagine casalasca che nel frattempo raggiunge al 2° posto l’Opel Bonaventi Manerbio (Marchetti 19) che a sorpresa cede sul campo della Almac Viadana che priva di Cacciavillani ha avuto 20 punti dall’ex Casalmaggiore Margini.

A soli 2 punti di distanza troviamo il terzetto composto da Sas Lic Verolanuova, la già citata Almac Viadana e la Phintos Monteclarense. I verolesi (Bertuzzi 14) superano a fatica il fanalino di coda Negrini Quistello (Faccioli 21), mentre i virgiliani impongono lo stop alla vice capolista Manerbio ed infine i monteclarensi (Delibasic 21) cedono nel finale sul non facile campo della Junior Curtatone (Barrotta 22) che grazie a questo successo si porta a soli 2 punti dal già citato terzetto. In coda continua il momento no della Negrini Quistello che sfiora il colpaccio sul campo della Sas Lic Verolanuova.

Mantova – Impresa dell’E’Più Casalmaggiore che ritrova il sorriso dopo 2 sconfitte consecutive e si impone a sorpresa sul campo della capolista San Pio X Mantova di misura con il punteggio finale di 60 a 61, grazie ad un gioco da 3 punti di Raskovic a 2” dalla fine.

La gara non esaltante e dominata dalle difese sugli sterili attacchi ha visto un inizio equilibrato; solo nel finale i virgiliani con Malagutti sugli scudi volano a +6 ed il 1° quarto si chiude sul punteggio di 21 a 15. Ad inizio 2ª frazione l’E’Più con Guerra, Raskovic e Mangiapane si riporta sotto, ma i padroni di casa grazie ai tiri liberi, complice il nervosismo dei casalaschi nei secondi finali, operano il sorpasso, ma sul capovolgimento di fronte gli ospiti ribaltano il punteggio che gli permette di andare al riposo con una sola lunghezza di vantaggio sul risultato di 33 a 34.

Al rientro dagli spogliatoi nonostante le basse percentuali si continua con diverse forzature da ambo le parti e si procede punto a punto sino ai secondi finali che vedono i locali avanti di 2 lunghezze sul 49 a 47. L’ultimo quarto si apre con le triple di Verzellesi e Malagutti, poi si continua con diverse forzature su ambo i lati del campo; dopo una serie di errori Gaudenzi con una tripla riporta avanti l’E’Più, poi è il turno dell’ex Juvi Cremona Asan e Raskovic che spinge gli ospiti a +3 sul 55 a 58, costringendo coach Gabrielli al time out. Alla ripresa del gioco Raskovic viene sanzionato con un fallo tecnico e coach Parazzi lo richiama in panchina, San Pio con Mauceri prima e Steccanella dopo ristabiliscono la parità a quota 58 quando mancano solo 40” alla fine. Sul capovolgimento di fronte l’E’Più sbaglia il canestro del nuovo vantaggio esterno ed i padroni di casa con il 20° della serata di Malagutti opera il sorpasso sul 60 a 58 quando mancano 6” alla fine, costringendo coach Parazzi al time out. Dopo il time out Verzellesi dopo aver ricevuto palla pesca in attacco Raskovic che a 2” impatta e subisce fallo. Dalla lunetta il n.14 casalese non sbaglia il tiro libero supplementare e Casalmaggiore rimette la testa avanti chiudendo sul 60 a 61 finale.

SAN PIO X MANTOVA-E’PIU’CASALMAGGIORE 60-61
PARZIALI: 21-15, 33-34, 49-47
SAN PIO X MANTOVA: Asan 13, Malagutti 20, Steccanella 7, Mauceri 12, Natali 5, Lopez 3, Lo, Prati, Donati, Cattelani, Pongiluppi, Brusini. All.: Gabrielli.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo tecnico alla panchina.
E’PIU’CASALMAGGIORE: Gaudenzi 6, Mangiapane 10, Verzellesi 13, Guerra 12, Frisullo 2, Rossi, Raskovic 14, Marchini 3, Donzelli 1, Orlandelli, Assensi, Bosio. All.: Parazzi.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo antisportivo a Guerra, falli tecnici a Frisullo, Raskovic ed alla panchina.
ARBITRI: Giazzi di Ceresara (MN) ed Abdulaye di Botticino (BS).


Nella 5ª giornata di ritorno del campionato di serie C Silver girone Verde 2 continua la marcia senza problemi in testa alla classifica della capolista Tecnofondi Ome (Bianchi 19) che solo nel finale prevale su una positiva Blu Orobica Bergamo (Mora e Nespoli 14). Alle spalle della compagine franciacortina continua il buon momento dell’Excelsior Bergamo (Tonsi-Arrigoni-Rovetta e Casanova 9) che grazie ad un canestro di Rovetta a 16” dalla fine piega a fatica una positiva Crema Assicurazioni Ombriano (Ghislandi 11) e la Robur et Fides Somaglia (Andena 20) che a sorpresa passa sul campo brianzolo della Italcontrol Villasanta (Castiglioni 13) e che ora si trova in ritardo di soli 2 punti al pari della Blu Orobica Bergamo sconfitta a domicilio dalla capolista Ome. Alle spalle della coppia brianzola-bergamasca troviamo la già citata Ombriano che viene agganciata a quota 10 punti dai bergamaschi del Bottanuco (Marelli 25 e top scorer di giornata) che superano nettamente in trasferta il fanalino di coda Forti e Liberi Monza 1878 (Porcello 10).

Bergamo – Bruciante sconfitta esterna per la Crema Assicurazioni Ombriano che avanti di 3 lunghezze subisce la rimonta dei padroni di casa dell’Excelsior Bergamo che grazie ad un canestro di Rovetta a 16” dalla fine si impone di misura con il punteggio finale di 61 a 59.

La gara si mette subito in salita per i rossoneri di coach Bergamaschi presentatasi in campo con soli 9 giocatori a referto, ed i padroni di casa ne approfittano con Casanova in gran spolvero arrivando a doppiare gli ospiti dopo 10’ sul punteggio è di 24 a 12. Ad inizio 2° quarto coach Bergamaschi apporta qualche variazione che si rivelerà decisiva; grazie ad una difesa più attenta ed un positivo attacco recupera tutto lo svantaggio e Dedè sigla il pareggio a quota 31. Il match continua in equilibrio e solo nei secondi finali Agazzi con un tiro libero manda le squadre all’intervallo con i padroni di casa in vantaggio di una lunghezza sul 37 a 36.

Al rientro dagli spogliatoi il copione non cambia e si procede ancora punto a punto, poi grazie a Fall e Donati Ombriano prova a fuggire sul 48 a 52, ma complici 3 evitabili palle perse l’Excelsior ribalta il punteggio ed il 3° minitempo si chiude sul punteggio di 53 a 52. L’ultimo quarto vede protagoniste le due difese e si arriva al 38’ con Ombriano sopra di un possesso pieno sul 56 a 59, grazie alla terza tripla della serata di Ghislandi. A questo punto il match sembra incanalarsi in direzione cremasca, ma gli ospiti perdono di vista Arrigoni che a 70” dalla fine pareggia i conti a quota 59 con una tripla e con coach Bergamaschi costretto al time out riparatore. Alla ripresa del gioco dopo alcuni errori da ambo le parti con Dedè che sciupa il match ball, sul capovolgimento di fronte i padroni di casa con Rovetta a 16” dalla fine piazzano il sorpasso sul 61 a 59 lasciando gli ospiti a recitare il mea culpa per la grossa occasione gettata alle ortiche.

EXCELSIOR BERGAMO-CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO 61-59
PARZIALI: 24-12, 37-36, 53-52
EXCELSIOR BERGAMO: Agazzi 3, Cornaro 3, Spila, Tonsi 9, Arrigoni 9, Previtali 3, Rovetta 9, Aristolao 6, Casanova 9, Locatelli 8, Mingardi 2, Reguzzi. All.: Blasizza.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo tecnico alla panchina 34’.
CREMA ASSICURAZIONI OMBRIANO: Donati 8, Turco 6, Airoldi 6, Ghislandi 11, Fall 10, Dedè 10, Bonacina 4, Basso Ricci 2, P.Lecchi 2, Tasso n.e., Ravanelli n.e. All.: Bergamaschi.
Nessuno uscito per 5 falli, fallo tecnico alla panchina 32’.
ARBITRI: De Gennaro di Canneto sull’Oglio (MN) e D’Amone di San Giorgio Bigarello (MN).