Mantova. In attesa della prossima edizione è da ora possibile riascoltare gli audio di più di novanta incontri “dal vivo” dell’ultima edizione del Festivaletteratura. Dialoghi a più voci in piazze e cortili, profezie sui nostri tempi incerti, itinerari alla scoperta della città e delle sue prospettive più sorprendenti, strade e slarghi trasformati per un giorno in spazi di azione e racconto di scrittori e poeti.

 A Festivaletteratura 2020 sono state tante le novità nel programma degli eventi “in presenza” e le formule di incontro sperimentate per la prima volta. Oltre ai contenuti creati appositamente nel 2020 per la radio e per il web già fruibili in ogni momento sul sito, e all’Almanacco, da qualche giorno sono disponibili sul sito dell’rchivio e su Soundcloud gli audio di decine di incontri che hanno animato l’ultima edizione, rendendoli liberamente accessibili

Come sempre, ricercare online gli audio degli eventi di Festivaletteratura che vi siete persi o che volete assolutamente rivivere è semplicissimo:

  • Per prima cosa è necessario accedere alla maschera di ricerca dell’Archivio di Festivaletteratura archivio.festivaletteratura.it;
  • una volta caricata la homepage, si può compiere una ricerca libera (ad esempio per autore) digitando nella mascherina il nome d’interesse e individuando tutti i materiali d’archivio a esso inerenti, comprese eventuali registrazioni audio degli incontri, oppure;
  • restare sulla homepage e cliccare in basso a sinistra sul pulsante “audio“;
  • a questo punto si aprirà la pagina dedicata all’archivio sonoro. Cliccate quindi su “espandi inventario” e scorrete l’elenco delle edizioni del Festival dal 1998 al 2019. Si può scegliere l’anno desiderato cliccando sul sul tasto “+” e scorrendo tutti gli eventi disponibili;

Una volta entrati nella pagina relativa a un singolo evento, se la registrazione è disponibile per la consultazione online, troverete un player attraverso il quale ascoltare la registrazione e una serie di dati relativi all’evento e al file sonoro.

Buon ascolto!

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.