Tempo di lettura: 5 minuti

Nella 14ª giornata di andata del campionato di serie B maschile girone B Old Wild West continua la marcia in testa della Gesteco Cividale del Friuli (Rota 20) che si impone nel testa-coda sul campo del fanalino di coda Lissone Interni Bernareggio (Di Meco 15) e mantiene 2 punti di vantaggio sulla Juvi Ferraroni Cremona 1952 (Nasello 21) che grazie ad un canestro in entrata di Bona sulla sirena si impone sul non facile campo della Allianz Bank Bologna 2016 a cui non sono bastati i 19 punti di Crow. A completare il podio virtuale troviamo la Gemini Mestre 1958 (Bortolin 23) che si impone in trasferta sul non facile campo della Alberti & Santi Fiorenzuola d’Arda 1972 (Livelli 19) e precede di soli 2 punti la Tenuta Belcorvo San Vendemiano (Sanguinetti 21) che vince senza problemi contro la pericolante Green Up Crema (Cernivani 13).

A distanza troviamo il terzetto composto da Withu Bergamo 2014, Rimadesio 94 e Civitus Allianz Vicenza 2012. I bergamaschi (Negri-Ihedioha e Dell’Agnello 12) piegano in casa a fatica i veneziani della Secis Costruzioni Jesolo (Favaretto 18), mentre i brianzoli (Giarelli 22) si impongono nel derby tra neopromosse contro la LuxArm Lumezzane (Mastrangelo 17), mentre i berici (Chiti 18) vincono a fatica contro gli isontini della Pontoni Monfalcone (Rezzano 25).

A distanza troviamo solitaria come detto la Pontoni Monfalcone che a sua volta precede LuxArm Lumezzane e Secis Costruzioni Jesolo. In piena zona playout non si è disputata causa emergenza Covid-19 il match tra Antenore Energia Padova ed Agostani Caffè Olginate che rimangono ferme a quota 8 punti al pari della coppia Allianz Bank Bologna e Green Up Crema che a loro volta precedono il fanalino di coda Lissone Interni Bernareggio sempre più all’ultimo posto con soli 2 punti all’attivo.


San Vendemiano (TV) – Inizia con una sconfitta il 2022 della Green Up Crema che tiene testa solo nei primi 2 quarti per poi cedere con onore al cospetto dei padroni di casa della Tenuta Belcorvo Rucker San Vendemiano che si impongono con il punteggio finale di 70 a 57.

Per questa gara coach Ghizzinardi deve rinunciare all’infortunato Venturoli e schiera lo starting five composto da Luca Montanari, Del Sorbo, Cernivani, Esposito e Seck; mentre dall’altra parte coach Mian risponde con Nicoli, Sanguinetti, Vedovato, Baldini e Gatto.

La gara vede un inizio positivo per i trevigiani che nel giro di pochi secondi grazie a Baldini e Sanguinetti volano sul 5 a 0, ma sul capovolgimento capitan Del Sorbo suona la carica mettendo a segno una tripla. Da lì in poi la Green Up tiene testa ai padroni di casa che solo nel finale con i canestri di Azzaro chiudono il 1° periodo sul punteggio di 17 a 10. Nel quarto successivo parte bene la Green Up che con una tripla di Del Sorbo ed un canestro di Esposito si riporta a -2, ma dopo un time out chiamato da coach Mian Nicoli con una tripla spegne il mini recupero ospite; successivamente il match vede un altro allungo locale grazie ai canestri di Sanguinetti e Baldini che spingono i black a +11, ma sul capovolgimento di fronte la tripla di Cernivani fissa il 31 a 23 di metà gara.

Al rientro dagli spogliatoi il copione non cambia con i trevigiani che mantengono sempre un vantaggio di una decina di lunghezze, sino a quando Baldini porta i suoi avanti di una quindicina di lunghezze ed il 3° periodo si chiude sul punteggio di 51 a 35. L’ultima frazione inizia in salita per i rosanero che si ritrovano sotto di 24 lunghezze sul 61 a 43 al 35′ con l’ennesima tripla dell’ex Vanoli Sanguinetti che chiuderà con un positivo 7 su 10 dall’arco. A questo punto la Green Up recupera parte dello svantaggio e Bianconi con una tripla riporta i suoi a -13 sul 66 a 53, ma sul capovolgimento di fronte 2 canestri consecutivi di Vedovato mettono la parola fine al match riportando i locali a +17 prima dei 4 punti finali di Luca Montanari che siglano il 70 a 57 finale.

TENUTA BELCORVO SAN VENDEMIANO-GREEN UP CREMA 70-57
PARZIALI: 17-10, 31-23, 51-35
TENUTA BELCORVO SAN VENDEMIANO: Nicoli 10, Sanguinetti 21, Vedovato 12, Baldini 14, Azzaro 6, Zocca, Ballaben, Borsetto 2, Guazzotti, Gatto 3, Giacchè 2. All.: Mian.
Nessuno uscito per 5 falli.
GREEN UP CREMA: L.Montanari 10, Bianconi 5, Del Sorbo 6, Cernivani 13, Sacchelli n.e., Mercado Sanchez, Carinelli n.e., Guerini, Esposito 7, Seck 10, Ziviani 2, Konteh 4. All.: Ghizzinardi.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Venturini di Lucca e Di Salvo di San Giuliano Terme (PI).


San Lazzaro di Savena (BO) – Ottava vittoria consecutiva per la vice capolista Ju.Vi. Ferraroni Cremona che si impone di misura sulla sirena sul campo della pericolante Allianz Bank Bologna con il punteggio finale di 69 a 71.

Per questa gara coach Crotti deve rinunciare a Tonello e schiera il collaudato starting five composto da Bona, Nasello, Fumagalli, Preti e Gobbato; mentre dall’altra parte coach Longhini reduce dal ko esterno sul campo di Crema risponde con Crow, Galassi, Resca, Rossi e Felici.

La gara vede un inizio con le 2 squadre sempre a braccetto sino al 7′ quando Nasello riporta avanti i gigliati per poi subire un minibreak di 7 a 0 e sull’asse Beretta-Graziani si chiude il 1° quarto sul punteggio di 22 a 16. Ad inizio 2ª frazione la Ferraroni ripaga con la stessa moneta e piazza un parziale di 0 ad 8 e con Gobbato opera il sorpasso sul 22 a 24 al 14′. L’incontro continua con le 2 formazioni che forzano diverse conclusioni e si procede punto a punto sino ai secondi finali quando Beretta sigla il 31 a 30 che manda le squadre all’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi si continua in equilibrio per alcuni minuti con le 2 squadre sempre vicine, poi una tripla di Preti spinge i cremonesi a +7 sul 38 a 45 al 25′, ma Bologna non molla e 2′ dopo Graziani riporta i felsinei a -1. Il finale è contraddistinto da diverse forzature su ambo i lati del campo e Milovanovikj con Gobbato chiude la 3ª frazione sul risultato di 46 a 51. L’ultimo quarto inizia con la tripla di Hidalgo, poi Milovanovikj e Giulietti spinge i gigliati sul 51 a 59 al 34′, ma non riesce ad allungare e così l’Allianz Bank recupera punto su punto e Crow il migliore dei locali pareggia i conti a quota 61 al 37′. Il finale è vietato ai deboli di cuore con le due compagini sempre a contatto, poi a 1” dalla fine Resca sbaglia la tripla della vittoria ma sul rimbalzo è lesto Galassi che recupera il rimbalzo offensivo ma perde palla, con coach Crotti che chiama il time out. Al rientro in campo sulla rimessa nella metà campo locale Fumagalli pesca Bona che dall’angolo sinistro in entrata sigla il definitivo 69 a 71 tra lo stupore dei tifosi di casa e la gioia dei tifosi cremonesi.

ALLIANZ BANK BOLOGNA-JU.VI. FERRARONI CREMONA 69-71
PARZIALI: 22-16, 31-30, 46-51
ALLIANZ BANK BOLOGNA: Crow 19, Hidalgo 3, Guglielmi, Galassi 11, Resca 7, Rossi, Felici 4, Lanzarini n.e., Beretta 11, Graziani 14, Oyeh n.e. All.: Longhini.
Nessuno uscito per 5 falli.
JU.VI. FERRARONI CREMONA: Milovanovikj 6, Bona 15, Vacchelli n.e., Nasello 21, Preti 13, Giulietti 2, De Martin n.e., Fumagalli 6, Sipala 4, Gobbato 4. All.: Crotti.
Nessuno uscito per 5 falli.
ARBITRI: Lillo di Brindisi e Schena di Castellana Grotte (BA).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome