Tempo di lettura: 2 minuti

Milano – Con oltre 80 opere in programma provenienti da più di 30 paesi e l’80% di titoli in anteprima italiana e internazionale, si svolgerà a Milano dal 10 al 15 maggio la 29/a edizione di Sguardi Altrove Film Festival, la manifestazione dedicata alla cinematografia femminile. Madrina l’artista Drusilla Foer, che riceverà anche il Premio Sguardi Altrove 2022.

“Il cinema è uno strumento di evoluzione molto importante, ci illumina, ci ispira e ci rende migliore – ha detto in un videomessaggio inviato alla conferenza stampa di presentazione – e in questo siamo tutti uguali”.

Durante la rassegna sono previsti focus, concorsi, incontri (tra le ospiti l’attrice e regista teatrale Sonia Bergamasco), una mostra, eventi speciali come l’omaggio alla grande maestra del cinema scomparsa il 9 dicembre scorso, Lina Wertmuller. Per l’apertura del 10 un titolo in anteprima italiana, Phoenix Rising, il docufilm in cui l’attrice Evan Rachel Wood racconta la sua esperienza come sopravvissuta agli abusi domestici e piscologici perpetrati da Brian Warner, il musicista Marilyn Manson.

Tema portante ‘Le scelte etiche consapevoli di donne e uomini dei nostri giorni’. “Un tema scelto per stare nella contemporaneità – ha detto Patrizia Rappazzo, direttrice artistica del Film Festival – Ho molto riflettuto e ho pensato alla necessità di consapevolezza dei giovani e mi sono detta verso quale traghettamento possiamo portarli”.

“Questa rassegna aiuta, completa e contribuisce ad un impegno che abbiamo preso come Comune di Milano di lavorare sul tema culturale femminile” ha aggiunto Tommaso Sacchi, assessore alla Cultura.

La rassegna si svolgerà all’Anteo Palazzo del Cinema di Milano, dove per oggi la direzione della manifestazione ha deciso, “nel particolare momento che stiamo attraversando”, di dedicare una preapertura all’opera prima della regista ucraina Natalya Vorozhbit, Bad Roads, film uscito il 28 aprile e ambientato nella martoriata regione del Donbass, presentato alla 35/a Settimana della Critica alla Mostra di Venezia e selezionato a rappresentare l’Ucraina agli Oscar 2022 come Miglior film internazionale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome