Tempo di lettura: 3 minuti

Val Trompia, Brescia. Con la sigla RAEE si indicano i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (in inglese e-waste derivante dall’acronimo di Waste of Electric and Electronic equipment-WEEE) ossia ciò che rimane di apparecchiature a fine vita. Ma riciclando i RAEE si riducono i rischi per l’ambiente e la salute umana derivanti dalla dispersione incontrollata di sostanze inquinanti (come cloro, fluoro, carburi) e tossiche (come il mercurio) in essi contenute.

Per questo in Val Trompia è nata: “Sono Cauto con i RAEE” una campagna di sensibilizzazione sul corretto smaltimento a fine vita degli apparecchi elettrici ed elettronici, rivolta al territorio attraverso il coinvolgimento di tutti i cittadini, con l’importante obiettivo di aumentare il quantitativo dei RAEE domestici correttamente smaltiti.

Il progetto ha coinvolto direttamente più di 1200 studenti delle scuole primarie e secondarie di 1^ e 2^ grado con interventi dedicati alla filiera del riciclo dei RAEE, per diffondere una cultura del riuso e recupero degli oggetti. A questi incontri si è affiancato il coinvolgimento di tante realtà commerciali che, sensibili al tema, hanno scelto di diventare punti di raccolta dei piccoli RAEE domestici grazie all’esposizione presso i loro negozi di contenitori adatti alla raccolta e materiali informativi per divulgare l’iniziativa.

L’elenco delle realtà aderenti e tutti i dettagli dell’iniziativa sono presenti sul sito raee.valletrompia.it Con il riciclo si evita lo spreco di grandi quantità di materiali di valore, che possono essere così riutilizzate nei processi produttivi.

Per maggiori informazioni è stata organizzata una serata di promozione del progetto organizzata martedì 16 novembre alle ore 20:30 presso il Teatro di San Faustino di via IV Novembre n. 10 a Sarezzo. Un momento divulgativo e informativo per raccontare a tutti i cittadini la nascita di un progetto dedicato ad un tema ambientale sempre più presente nella vita di tutti: la buona gestione dei rifiuti derivanti dalle apparecchiature elettriche ed elettroniche. La partecipazione all’iniziativa è sottoposta alla presentazione di Green Pass valido ed è consigliata la prenotazione tramite piattaforma digitale Eventbrite.

Con il riciclo si evita lo spreco di grandi quantità di materiali di valore, che possono essere così riutilizzate nei processi produttivi. I piccoli RAEE di produzione domestica sono in questo senso i meno sfruttati: le nostre case abbondano di oggetti non più funzionanti ma non conferiti nei centri di raccolta oppure gettati erroneamente nei rifiuti indifferenziati. Portare ai cittadini questa consapevolezza è stato l’obiettivo primario della campagna, lo strumento scelto  l’attivazione diretta delle varie componenti della comunità territoriale: le amministrazioni pubbliche, le scuole, le realtà commerciali e i cittadini tutti.

Nel 2020 ogni cittadino di Brescia e provincia ha permesso la raccolta e l’avvio al riciclo di 6,7 kg di RAEE, ma l’obiettivo da raggiungere secondo le indicazioni della Comunità Europea è ancora distante: è fissato infatti a 11 kili la quantità pro capite di RAEE da intercettare entro il 2030.

Il progetto è finanziato dal Centro di Coordinamento Raee, dalla Comunità Montana, con capofila il Comune di Collio e la partecipazione dei comuni di Caino, Gardone, Lodrino, Pezzaze, Polaveno, Sarezzo e Villa Carcina. Il progetto è stato realizzato dal settore di Formazione ambientale di Rete CAUTO.