Tempo di lettura: 3 minuti

San Nicolas, Ecuador. Giuseppe Piovanelli e Adriana Tiziano, meglio conosciuti nel sorprendente mondo del volontariato come “Peppo e Adriana”, dell’Associazione Amici San Nicolas e vecchi amici di Popolis, hanno inviato una lettera per chiedere un aiuto alla loro missione con i ragazzi poveri, figli di campesinos, in Ecuador. Volontari dal 1977, Peppo e Adriana hanno dedicato praticamente tutta la loro vita ai poveri, con dedizione assoluta e un entusiasmo che non si spegne mai, nemmeno difronte alle tante, tantissime difficoltà incontrate in quasi mezzo secolo di missione.

La scuola “Padre Antonio Bresciani” di San Nicolas offre ai ragazzi, tra i più poveri delle Ande, istruzione, cibo e alloggio. La settimana scolastica consta di 6 giorni, dal lunedì al venerdì. Ogni giorno i ragazzi studiano le materie, seguendo i programmi ministeriali del Governo dell’Ecuador, e, seguendo l’esempio della rinomata Scuola Quiteña, apprendono l’arte della lavorazione del legno e della carpenteria, ma anche nella lavorazione del ferro e della pietra.Il covid19 ha battuto duro anche e specialmente oltre oceano, i poveri stanno divenendo sempre più poveri e i loro figlioli senza speranza di un futuro, se non accolti nelle case e nelle scuole dei volontari.

Ecco la lettera arrivata dall’Ecuador:

“Caro Gesù Bambino….

Potrebbe cominciare così la lettera che i nostri ragazzi della “Scuola della Missione san Nicolas” in Ecuador vi scriverebbero.

Natale è alle porte, il nostro pensiero, corre ai bisogni e desideri che vorremmo esaudire per i ragazzi più poveri e le loro famiglie, visto l’anno particolare e la pandemia che in questa situazione ha reso tutto veramente difficile compreso il loro poter continuare a usufruire della scuola anche se non in presenza.

Ci serve però l‘aiuto tuo e della tua Azienda, perché ci occorrono risorse.

Risorse che non sono aumentate in proporzione ai bisogni. Anzi, in parte si vanno riducendo per quel che riguarda sia l’intervento pubblico, che è pressoché assente, sia per quanto riguarda i modi usuali di raccogliere i fondi, amici e parentele varie – conoscenze, parrocchie ecc…

Confidiamo invece che questa volta, sotto l’Albero, i nostri ragazzi possano trovare ciò di cui hanno bisogno e noi sapremo che sarà la vostra affettuosa prossimità ad averle procurate.

Fai così: il costo totale della nostra lista dei desideri di Natale è di circa 57.500 euro, di cui 45.000 sono gli stipendi degli insegnanti per un anno e 12.500 sono per gli strumenti (libri, tablet e cellulari) per i 25 ragazzi frequentanti la scuola, poiché in questo Natale particolare abbiamo anche bisogno di strumenti per permettere ai ragazzi di partecipare alle lezioni dalle loro case nei villaggi.Potete versare qualsiasi quota adatta alle vostre possibilità per le necessità dei 25 ragazzi.

Siamo sicuri che troverete la donazione sostenibile con la quale potrete testimoniare vicinanza e solidarietà ai ragazzi che potranno continuare ad andare a scuola ed imparare un mestiere.

Donare è facile: effettua un bonifico sul conto intestato al conto bancario “Associazione Amici di San Nicolas- Ecuador” IBAN: IT 97F 01030 14100 0000041 31576; CAUSALE: Erogazione liberale a favore della scuola “San Nicolas” seguita dal tuo nome e cognome, o nome della Società.

Se ci darai riscontro della tua donazione, inviando una mail a [email protected] potremo tenerti aggiornato sul progetto e trasmetterti la certificazione della donazione per la tua dichiarazione dei redditi. E mandarti una cartolina virtuale per informare i tuoi clienti e fornitori del tuo sostegno solidale.

Se vuoi maggiori informazioni puoi contattarci con GIANCARLO AMATUCCI al numero 338 – 5498806

Grazie del tuo sostegno, contiamo su di te!”

Adriana e Giuseppe (Peppo) Piovanelli e gli amici della Missione San Nicolas