Rezzato, Brescia. Dalla collezione storica è unica nel suo genere in Italia e in Europa la Fondazione PInAC presenta “Terra! I disegni infantili della PInAC per raccontare l’ambiente e come lo abitiamo”, fino al 27 giugno prossimo, una mostra che raccoglie 48 opere del suo archivio storico e che presenta il punto di vista dei bambini sul rapporto fra esseri umani e ambiente.

Da anni PInAC raccoglie, studia e cataloga gli elaborati espressivi realizzati dai bambini, in collaborazione con scuole, enti e associazioni interessati a diffondere la cultura visiva prodotta dall’infanzia e la sua visione del mondo.

La PInAC si riconferma più che mai come una collezione viva: le opere dei suoi archivi raccontano emozioni, pensieri e speranze di migliaia di bambini ed educano alla conoscenza tra i popoli e al rispetto dei diritti di tutti, rispetto per l’ambiente, ciascuno nella propria diversità artistico-culturale.

Attingendo al ricco archivio di Fondazione PInAC, con oltre 8000 disegni provenienti da 80 paesi del mondo, le 48 opere in mostra rappresentano territori molto disparati: ambienti urbani, rurali, forestali, mosaici di luoghi diversi, sintetizzando il carattere sempre dinamico del rapporto fra esseri umani e ambiente e restituendo l’impatto a breve, medio e lungo termine dell’intervento umano sul pianeta che abita.

I disegni qui raccolti raccontano il piacere e l’emozione di esperienze estetiche, intime e spirituali di immersione nel paesaggio, ma anche le paure che i bambini associano a una natura resa invivibile da un intenso sfruttamento da parte degli esseri umani.

L’invito è a ripensare a come abitiamo il pianeta rilanciando l’attualità e l’urgenza di un rinnovato amore per la Terra, presupposto unico e fondamentale per diventarne custodi.

La mostra è accompagnata da un libro-catalogo in cui sono raccolti 12 interventi di esperti di scienze naturali e ambientali. Ognuno, ispirandosi ad un disegno in mostra, ha contribuito con un testo inedito per offrirci spunti di riflessione e di discussione su questo tema così vasto e complesso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome