Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Un singolare progetto della Fondazione Brescia Musei-Nuovo Eden nel mese di maggio vaga per la città e nella memoria per riscoprire i luoghi delle sale cinematografiche scomparse da tempo, un percorso che parte dal passato per guardare al futuro, per conoscere meglio un aspetto particolare della città, i luoghi che hanno fatto la storia, sua e del cinema, e per lasciarsi incuriosire e appassionare da un’arte che non smette mai di stupire.

Il “viaggio nei cinema scomparsi di Brescia” è in collaborazione con la guida turistica Lara Contavalli: tre sono le visite guidate proposte, passeggiate nel centro cittadino, tra memorie e ricordi, per guardare con più consapevolezza al futuro della settima arte. Dal bianco e nero al dolby surround: quando l’emozione arrivava dopo il buio accompagna gli appassionati cinefili e non solo in con i 3 itinerari differenti che forniscono elementi curiosi e sconosciuti sulla storia del cinema, cittadino e non solo.

Ecco il programma:

1. Venghino signori venghino alle origini della magia. Mercoledì 11 maggio dalle ore 18,30 alle 20. Dalla fine del 1800 ai ruggenti anni ’20. A partire da quella magica serata del 1896 quando a Brescia per la prima volta si fece buio in sala e si accese la luce sullo schermo, l’itinerario segue la nascita dei primi cinematografi. Si ritroveranno le tracce di ciò che resta delle antiche sale negli edifici di oggi. Storia, aneddoti e curiosità del tempo in cui tutti, ma proprio tutti volevano andare al cinematografo. Ci si saluterà con la suggestione del grande sviluppo cinematografico dei decenni successivi, dove si passa dalla storia alla memoria di molti.

2. BOOM! Le sale dove è d’obbligo sognare. Dagli anni ’30 agli anni ’80. Mercoledì 18 maggio dalle 18,30 alle 20. 50 anni di emozioni, ricordi, speranze. Le sale cinematografiche si trasformano nello spazio del sogno per grandi e bambini: per sfuggire dalla paura della guerra, per immaginarsi di poter essere come gli americani. Le sale diventano lo spazio della condivisione di ideali e di confronti intellettuali. Un viaggio nei ricordi fino al passato prossimo. Ci si saluterà con le sale che proprio non troveresti e non riconosceresti più… se non ne avessi memoria.

3. Perdersi ritrovarsi. Fra sale davvero scomparse e chi resiste e si rinnova. Mercoledì 25 maggio dalle 18,30 alle 20. Scarpe comode per questo itinerario che racconta delle conversioni: impensate, improbabili e in certi casi logiche! Un tour alla scoperta delle molte sale cinematografiche che si trovavano in centro storico. Aneddoti, curiosità e storie di una città che si specchia nei frequentatori dei suoi cinema. Luoghi che oggi non si riconoscono più, ma anche storie contemporanee di luoghi che sopravvivono e che grazie alla magia del cinema creano senso e condivisione.