mercoledì 7 Dicembre 2022

Il canto dei cervi in Valcamonica

Vezza d’Oglio, Valcamonica, Brescia. A caccia di cervi! Si ma con l’udito e macchina fotografica nella magnifica cornice della Val Grande, una delle più lunghe del Parco Nazionale dello Stelvio, si addentra per più di dieci chilometri, dal paese di Vezza d’Oglio in Valcamonica. Le prime giornate autunnali sono l’ideale per avvistare i maschi di cervo.

Lungo la valle è frequente sentire i richiami, tra la fine di settembre e ottobre, all’epoca degli amori, la valle risuona dei possenti bramiti emessi dai maschi per attirare l’attenzione delle femmine e per provocare alla lotta i contendenti, è abbastanza probabile avvistare meravigliosi cervi con le loro maestose corna. La valle inoltre permette di ammirare una successione di ambienti e di panorami che man mano si trasformano, prati, boschi e montagne severe.

Alternativa Ambiente, società gestisce da alcuni anni la Sede di Vezza d’Oglio del Parco dell’Adamello e, avvalendosi della consulenza e della cooperazione con l’ente Parco e dell’aiuto di vari professionisti, organizza escursioni guidate adatte a tutta la famiglia in Val Grande a “caccia del bramito dei cervi in amore”. Una giornata diversa, a contatto con la natura e carica di emozioni.

L’escursione faunistica in Val Grande “il bramito dei cervi” è in programma tutti i sabati e tutte le domeniche a partire da sabato 24 settembre sino a domenica 23 ottobre. L’attività viene svolta durante questo frangente dell’anno per permettervi di scoprire quanto possa essere affascinante l’unione tra bramito e colori autunnali.

Infatti proprio durante questa stagione è possibile vedere ed ascoltare i cervi in amore, un evento unico ed irripetibile, che accade solo in questo periodo. Oltre alle sensazioni uditive anche quelle visive avranno la loro parte. Gli occhi, come vi accennavamo in precedenza, potranno godere dello spettacolo di colori regalatovi dal cambio di stagione.

La partenza è prevista alle ore 8.00 con ritrovo dei partecipanti presso la Casa del Parco dell’Adamello di Vezza d’Oglio. Da qui un breve trasferimento in auto sino al limite del paese da dove prenderà avvio la nostra passeggiata in direzione Val Grande. L’attività ha un dislivello di circa 500-700 metri che si sviluppa su un itinerario di circa 8 km all’andata e altrettanti al ritorno.

Non si tratta di una camminata che prevede difficoltà tecniche, bensì è richiesta un po’ di resistenza alla fatica. Il rientro è previsto alla macchina per le ore 17.00 alla domenica e per le ore 17.30/18.00 al sabato (Gli orari sono indicativi e potrebbero variare ). Infine, per quanti avessero necessità. E’ possibile soggiornare presso la Casa del Parco

 

Note sull'autore

Valerio Gardoni
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

Seguici

3,371FansMi piace

Articoli recenti

Ti Potrebbe interessare: