Casalmaggiore, Cremona. Un fatto rincrescioso è successo in una di queste notti, al buio come spettri alcuni vandali hanno appiccato il fuoco al deposito attrezzi, sia sportivi che di uso manutenzione oltre ad aver danneggiato in modo irreparabile  i pulmini della società ASD Interflumina, fulcro educativo del territorio sulle sponde del grande fiume.

Un “attentato” al cuore di una realtà educativa di rara imitazione, da quasi mezzo secolo un importante punto di riferimento per lo sport, l’atletica e per i giovani, contribuendo allo sviluppo ed alla diffusione della atletica leggera, della corsa orientamento e degli sport paralimpici.

Dietro c’è un impegno, uno sforzo e un lavoro di volontariato impagabile dove i giovani nell’atletica hanno trovato un grande stimolo per la loro energia e un grande impegno. Senso di appartenenza al gruppo e voglia di dividere le giornate con gli altri, volontà di mettersi in gioco e di saper vincere o perdere con la stessa vitalità e lealtà. Succede quando lo sport e l’atletica non sono solo centri ricreativi o di formazione atletica, ma vere scuole di vita.

Educare nello sport è la mission principale dell’associazione ASD Interflumina, che affianca formazione educativa complementare alla formazione sportiva, portando sul podio atleti di livello nazionale e internazionale. Ultimo grande atleta in forte ascesa internazionale Fausto Desalu  nei 200 metri.

Per questo non è solo un atto di vandalismo, ma una vera violenza ai volontari, dirigenti che impegnano il loro tempo, e risorse, per dare ai giovani sin dalla tenera età una visione sana e arricchente della vita. Una violenza alla felictà di centinaia di ragazze e ragazzi della Interflumina.

Di contropartita alla rincresciosa e scellerata vicenda è subito scattata, nel giro di poche ore, la solidarietà che ha visto sul campo una gara, quasi una corsa vera e propria, per rimediare al malfatto. Pervenute alla socità centinaia di messaggi di solidarietà ed affetto giunti da tutt’Italia, tutti preziosi, dal mondo dell’atlecica e non solo, indipendentemente dal livello di autorevolezza, hanno commosso i dirigenti della società Interflumina.

L’incredibile episodio vandalico ha messo in gara i soci fondatori del movimento “Insieme per l’atletica che hanno già iniziato una raccolta fondi interna che sarà destinata all’acquisto delle aste andate perdute nell’incendio stesso.

Per chi volesse contribuire con una piccola donazione, segnaliamo l’iban della società:
A.S.D. ATLETICA INTERFLUMINA èpiù Pomì causale Donazione – IBAN: IT 73 M 08770 56740 000000101527